Tamburini (Lega Nord): “Due anni di disastri grillini. Torniamo al voto”

Mediagallery

Credo che, a questo punto, sia possibile fare un bilancio di massima dell’esperienza grillina, naturalmente tenendo conto della pesantissima eredità lasciata dall’ex partitone. Quando come novelli partigiani scesi dalle montagne, entrarono in Livorno, vennero accolti come liberatori e sollevarono uno tsunami di entusiasmo e passione, la città, ingessata, spenta, quasi ripiegata su se stessa, sperò di risollevarsi dopo tanti anni di buio, io , in tutta sincerità, non fui capace di provare tali sentimenti, anzi, dopo la batosta elettorale dovuta a colpe anche nostre, addirittura quattro candidati sindaco, provai delusione ed amarezza nel vedere altri raccogliere i frutti della nostra lunga opposizione al regime rosso settantennale, forse, magari, soltanto un pizzico di curiosità. Purtroppo, dopo due anni, la situazione complessiva, semmai possibile, è addirittura peggiorata, una inerzia totale, idee strampalate, folcloristiche e un tantinello demenziali come il tentativo di cambiare il nome della via Grande in via Che Guevara, il bus gratuito per tutti, l’ingresso libero negli stabilimenti balneari, ne hanno usufruito quattro sfigati, ma proprio quattro di numero, e l’ultima perla, per ora, della megagalattica fontana, stile Las Vegas, in Piazza della Repubblica per eliminare lo spaccio di droga. E laddove hanno cercato di impegnarsi, sono stati solo danni, l’irpef ai massimi livelli consentiti, instaurazione di parcheggi a pagamento come se grandinasse, poi occupazione abusive di strutture pubbliche a livello industriale ed occupazione ai minimi storici. La gestione di Aamps è emblematica, contro il parere di studi legali, dirigenti apicali del comune, collegi dei revisori dei conti, dopo promesse pubbliche di salvarla, hanno consegnato l’azienda nelle mani della magistratura. In Consiglio Comunale, liti furibonde tra grillini ed ex grillini, arrivate addirittura allo scontro fisico, fanno tutto da soli, maggioranza ed opposizione, insomma un caos totale. E’ arrivato il momento di tornare al voto e considerato che Livorno ha già dato ai compagni ed ai pentastellati, credo sia giunta l’ora di provare a cambiare davvero verso. La Lega c’è.

Bruno Tamburini Lega Nord Toscana.

Riproduzione riservata ©