Trovato l’iPhone rubato a Mazzoni, era nella posta

Mediagallery

E’ stato ritrovato il cellulare della moglie del portiere del Livorno, Luca Mazzoni. Chi ha rubato il telefono lo ha acceso facendo scattare il localizzatore di posizione dell’iPhone. Nel frattempo la famiglia Mazzoni, che aveva immediatamente sporto denuncia ai carabinieri, lo stava “monitorando” inviando degli sms al telefono stesso, con scritto quanto stava succedendo, nel tentativo di mettersi in contatto con il ladro. Alla fine il malvivente, capito di essere braccato e per paura di essere scoperto, se ne è sbarazzato gettandolo in una delle cassette rossa della posta sparse per la città. Per fortuna il telefonino è rimasto acceso e tramite la funzione “trova il mio Iphone” è stato possibile rintracciarlo. Facendolo squillare hanno quindi scoperto che era sempre nella cassetta e grazie alla collaborazione di Poste che hanno aperto la cassetta è stato possibile riprenderlo.

La lettera-appello prima del ritrovamento – Salve ragazzi, sono Luca Mazzoni (il portiere del Livorno Calcio, ndr) vi chiedo di condividere questo messaggio. Mia moglie ha perso il telefono, un iphone bianco con una mascherina che ha Biancaneve stile rocker. Il telefono è stato trovato ed è stato spento, l’ultima posizione mi dava via del Vascello, vicino via della Bastia.
Nel telefono abbiamo delle foto a cui teniamo moltissimo e che non abbiamo salvato del nostro bimbo e della nostra canina che purtroppo non c’è più. Non può essere utilizzato perché appena qualcuno lo accende la posizione si aggiorna e quindi viene trovato. Vorrei appellarmi alla buona fede delle persone. Potete aiutarci a diffondere?

 

 

Riproduzione riservata ©