Lega Nord: cittadinanza al pensionato

Mediagallery

Francesco Sicignano, pensionato veneto, protagonista di un tragico episodio avvenuto tra le mura di casa e che è presto andato alla ribalta delle cronache nazionali, e non solo. E’ lui che ha sparato e ucciso, con un colpo di arma da fuoco regolarmente detenuta, un ladro che si era introdotto nella villa. Era la quarta volta, ha spiegato agli inquirenti, che la sua abitazione a Vaprio d’Adda nella provincia di Milano (nella foto tratta da un servizio tv pubblicato su youtube) era oggetto di furti. Prima si è parlato di eccesso di legittima difesa, poi di omicidio volontario. La Lega Nord Livorno lancia una proposta “shock”: cittadinanza onoraria al pensionato omicida. E voi che ne pensate?

Ecco quanto scrive il commissario provinciale della Lega Nord di Livorno Alessandro Scipioni – “In molte città d’Italia, la Lega Nord si è mobilitata per esprimere la propria solidarietà al pensionato Francesco Sicignano, vittima di un “sistema Italia” che non tutela la proprietà privata e che anzi indaga un cittadino per “eccesso di legittima difesa”, solo e soltanto per aver difeso la propria famiglia da un delinquente.
Di fronte ad una giustizia che non tutela i cittadini perbene, anzi, permette ad un delinquente, già condannato e in capo al quale vi è un atto di espulsione del 2013,di continuare a delinquere, la Lega Nord della provincia di Livorno chiede che l’Amministrazione comunale riconosca la cittadinanza onoraria al Sig.Francesco, come atto di solidarietà e a tutela della della libertà di ciascun cittadino a non veder violata la propria intimità, la propria casa e i propri affetti!
Non possiamo più permetterci di lasciare così indifesi i nostri concittadini!
Lo Stato deve garantire la sicurezza degli abitanti, mentre sempre più assistiamo ad una giustizia che indaga sulle vittime e lascia liberi gli aggressori!”.

Alessandro Scipioni Commissario Provinciale Lega Nord Livorno

Riproduzione riservata ©