Scopaia, stabile invaso dall’erba alta, la FOTO. Casalp risponde: lunedì 22 la pulizia, 55 commenti

"Piani terra invasi da canne e erba alta, alveari e topi. Abbiamo fatto tantissime richieste, ma la risposta è sempre la stessa: provvederemo"

Mediagallery

LIVORNO  –  Sono esasperati i condomini di via Città del Vaticano 86-96, alla Scopaia. Da mesi, dicono, attendono l’intervento del Comune, attraverso Casalp, per risolvere la loro condizione abitativa. Una condizione davvero al limite a giudicare dalle foto che ci sono state inviate e dai problemi messi in fila da Manuela Corsi a nome di tutti gli inquilini. “Ci sono case assegnate da circa 11 mesi con tante persone disabili ma gli ascensori non funzionano ancora, i garage sempre chiusi, piani terra invasi da canne e erba alta, per accedere ai giardini vicino all’androne dei portoni vi sono alveari e una bambina è già stata pinzata. Con tutta questa erba alta abbiamo avvistato i topi. Abbiamo fatto tantissime richieste, ma la risposta è sempre la stessa: provvederemo. E rimandano di mese in mese”.

 

LA (PRONTA) RISPOSTA DI CASALP
In riferimento all’articolo pubblicato questa mattina su Quilivorno.it relativamente alla problematiche degli alloggi della Scopaia, si segnala che lunedì 22 luglio p.v. una ditta incaricata effettuerà un sopralluogo nella zona per ripulire l’intera area dall’erba alta che si è formata in queste ultime settimane. Si evidenzia per una completa informazione, che agli assegnatari dei 55 nuovi alloggi alla Scopaia non sono state ancora addebitati i servizi della manutenzione del verde sulle bollette d’affitto emesse mensilmente da Casalp.

Gli assegnatari sono comunque a conoscenza del fatto che i disagi, come quelli relativi alla mancata attivazione degli ascensori in via di risoluzione, sono riconducibili alle problematiche insorte con la ditta appaltatrice, con la conseguente difficoltà di riuscire ad individuare soluzioni che salvaguardino i diritti della società committente.

Riproduzione riservata ©