Sant’Andrea, esposto con FOTO dei residenti. “Spaccio e prostituzione sotto le nostre case, situazione infernale”

"Si vive continuamente con l'ossessione di dover chiamare le forze dell'ordine con la speranza di poter guadagnare qualche ora di sonno"

Mediagallery

Prostituzione, spaccio, deturpamento ambientale ma anche risse, schiamazzi notturni e musica a tutto volume, che spesso non cessano neanche dopo l’intervento delle forze dell’ordine. Nel quartiere di Sant’Andrea continua inesorabile il degrado. E così i residenti si sono mobilitati e hanno dato vita a una raccolta firme, che conta già 100 adesioni, inviate al questore e a l sindaco Cosimi per dire basta a una situazione che sta diventando insostenibile. Per fare capire quanto lo sia hanno inoltre scattato delle foto che documentano ciò che avviene nel quartiere. 

 

LA LETTERA ESPOSTO DEI RESIDENTI DI SANT’ANDREA
Il fenomeno è in gran parte arrecato dai numerosi locali multietnici presenti nella zona – scrivono – I gestori di queste attività e i loro avventori se ne infischiano dei controlli e ancora di più di rispettare il diritto al riposo dei residenti e di tutto il resto. A causa del chiasso inoltre la notte si vive continuamente con l’ossessione di dover chiamare le forze dell’ordine con la speranza di poter guadagnare qualche ora di sonno. Innumerevoli le persone che escono da queste attività completamente ubriache. Come se niente fosse poi, si mettono alla guida di automobili o motocicli, con il serio rischio di causare incidenti travolgendo persone innocenti. Altro fattore di degrado come detto è derivato dalla prostituzione e lo spaccio. Appartamenti in affitto e i locali in questione si legano in un intreccio più che consolidato di attività criminose che sono sotto gli occhi di tutti. A tutte le ore del giorno poi, basta affacciarsi alla finestra per vedere spacciatori, che come se niente fosse, e senza preoccuparsi di essere notati vendono droga ai tossicodipendenti. A farci temere anche la speculazione edilizia d’imprenditori che approfittano della situazione per comprare appartamenti a basso costo mettendo come locatari veri e propri delinquenti: il tentativo, è ovvio, è quello di far scappare i vicini e ricomprarsi a costo irrisorio le loro case. Le strade di questo quartiere inoltre, si sono trasformate in latrine a cielo aperto, dove gli avventori dei locali non si fanno problemi nel fare i propri bisogni per strada”.

“Nonostante tutto, la situazione che comunque è più deplorevole, e riteniamo ancora più delittuosa di quanto descritto fino ad ora, rimane quella creata da chi con il proprio immobilismo, ha permesso che questo quartiere, nel pieno centro di Livorno a meno di 800 metri dal Palazzo Comunale e quindi dall’ Amministrazione centrale della città, si trasformasse in un tugurio, simbolo evidente oramai dell’incompetenza e del menefreghismo di chi avrebbe potuto fare qualcosa ma non lo ha ancora fatto. L’estate è iniziata, e ci stiamo trovando, al contrario di molte promesse fatte, a vivere una situazione infernale come quella dello scorso anno. Auspichiamo un tentativo di risoluzione del problema per il rispetto che ci dovete come cittadini onesti, come padri e madri di famiglia che devono preservare il diritto di crescere i propri figli in un ambiente sano e decoroso. Nel quartiere vivono molte persone anziane e con problemi di salute ed è increscioso che si debbano trovare in questa situazione. Sono stati decine e decine gli interventi effettuati nel tentativo di reprimere questi fenomeni, ma reprimere non significa risolvere. Avete e abbiamo dato a molte di queste persone l’opportunità di mettersi in riga, di cambiare, ma ciò non è avvenuto. Adesso dovete dare anche a noi l’occasione di voltare pagina, di poter vedere uno spiraglio di luce in un quartiere che ha troppo sofferto e che vuol ricominciare a vivere serenamente. Quello venutosi a creare è un vero e proprio allarme sociale. In una tale situazione sono necessari dei provvedimenti immediati. Auspichiamo al più presto l’apertura di un tavolo di concertazione tra gli enti preposti per dare urgentemente una risposta ai residenti di questo quartiere. Vogliamo un progetto mirato alla riqualificazione dell’area. Consentire tutto questo senza reagire nel giusto modo e con i gusti strumenti, significa secondo noi assecondare chi giorno dopo giorno tenta di privarci dei nostri diritti fondamentali. Auspichiamo che queste attività siano chiuse e ne venga modificata la destinazione d’uso. Se ciò non fosse possibile, quantomeno vietare l’utilizzo di alcolici nelle ore notturne e limitarne l’orario di apertura, non ci sembrano iniziative folli, ma il punto di partenza di un serio e genuino approccio al problema. Abbiamo fatto tutto il possibile per farVi percepire il nostro disagio, per quanto altro tempo dovremmo ancora farlo? I cittadini depositari dell’esposto, vorrebbero inoltre informare tutti i mezzi di comunicazione, e con preghiera di pubblicazione che: i residenti della zona hanno deciso di valutare una possibile azione legale nei confronti di chi sta permettendo da troppo tempo il permanere di questa deplorevole e inverosimile situazione. Per chi avesse le competenze e volesse aiutarci in qualche modo a tutelare i nostri diritti, è stata attività una casella di posta elettronica all’indirizzo [email protected]

Riproduzione riservata ©

56 commenti

 
  1. # alla frutta

    Sono nato e cresciuto in quelle vie poi nel 2004 sono scappato riuscendo fortunatamente a vendere casa naturalmente a Peruviani. La storia di Livorno lasciata al degrado totale da un questore incompetente e un sindaco ormai alla deriva da tempo che farebbe benonea dimettersi. Chiudere tutti quei circoli e call center che sono soltanto di copertura e rivalorizzare quella zona restituendola ai Livornesi

  2. # liburnico

    una situazione voluta e creata alla perfezione, ora ci si piange addosso! Comunque tranquilli, ora vuoteranno le carcere e andra’ anche peggio!
    Godiamoci questo schifo di situazione finche’ non degenera…

  3. # leone

    a parte le fanfaronate dei vari liburnici e compagnia cantando, il documento merita una riflessione sul deprezzamento che subiscono gli appartamenti. Un ipotesi criminosa degna di miglio ( o peggior) causa.

  4. # Ale

    Fa’vaini, ci sa il Livorno in seria A, ora sistemano anche lo stadio!!! Chè no!

  5. # Marco

    Sono anni che queste cose vanno avanti. Non si è mai mosso un dito

  6. # Marcov

    Calma, nessun pessimismo.

    I cittadini diventano coscienti, e questi documento lo dimostra. Questo è solo un bene.

    Vedrai alle prossime elezioni che sorpresa per il PD e quello che sarà il suo candidato sindaco.

    L’alternativa esiste.

    Ciao.

  7. # Moira

    E’ deplorevole e incredibile che non si faccia niente.

  8. # alberto

    Tanto finchè i cittadini non fanno qualcosa di eclatante non si muove nessuno di politicanti dico .. tipo bloccare il traffico in via de lardarel da il semaforo di via galilei fino a piazza della repubblica e sedersi per terra o manifestiamo a passo di lumaca fino davanti al comune fare qualcosa insomma per attirare attenzione .Zona in mano a bande di sudamericani , rumeni e nessuno che fa nulla . Un signore di una certa età mi diceva se al popolo non andava bene le cose scendeva in piazza.

  9. # yuri

    Ho avuto modo di approfondire la “cultura” peruviana a Livorno ed avete tutta la mia solidarietà. Spero che riusciate a ripristinare la vivibilità nel vostro quartiere. Dopo aver fatto alcuni tentativi (senza l’aiuto delle istituzioni) io la vedo come una battaglia persa…

  10. # compAgno

    Ben vengano i locali multietnici, nessuno si lamenta del McDonald’s, che non e` certo di cultura italiana, non vedo il problema ad avere anche altri locali …Il vero problema siete voi, con la vostra intolleranza e il vostro razzismo… Mai avuto problemi con gli extracomunitari, anzi ce ne fossero come loro…
    Abituatevi all`idea che stiamo diventando un paese multietnico, integratevi o sarete tagliati fuori….

  11. # Marco A.

    Livorno è ormai una città alla deriva. Il degrado sembra quasi voluto da questa amministrazione e non si capisce il perchè. Volendo, con interventi a basso costo, la città potrebbe essere molto ma molto meglio. Manca la volontà di fare. E’ fondamentale ricordarsi alle prossime elezioni di cosa hanno fatto gli attuali amministratori e non farsi prendere in giro da promesse che vengono ormai fatte da anni e non mantenute.

  12. # marco2000

    Strana la foto con un profilattico nuovo…

  13. # bruno tamburini

    i tavoli di concertazione non sono mai serviti a nulla. Quei locali vanno chiusi da subito e disposto un presidio costante di Forze dell’Ordine e Vigili della zona , almeno per un certo periodo. Certo . cosi non risolviamo il problema, in quanto spacciatori e criminali si trasferiranno in altre aree, ma almeno diamo un po di respiro a quel quartiere. Poi , senza preoccuparsi dei sogni della Boldrini e della Kyange, occorre una decisa politica di controllo dell’immigrazione

  14. # Lorenzo

    Hahahahaha non siamo tolleranti…..profilattico nuovo…..ho tanto di quel materiale video di denuncia che pubblicherò sui giornali, che la finirete di fare discorsi insensati. Molto di questo materiale è al vaglio già degli inquirenti tanto per cominciare.Dovreste portare più rispetto alle persone in dificoltà. Vergogniatevi . Comunque non finisce qui, abbiamo in programma una manifestazione che al Comune di Livorno rimarra ben impressa. Vedrete come si vince una battaglia anche ad armi impari.

  15. # daniele

    l’articolo descrive bene la situazione che ormai da un decennio si è venuta a creare.
    Ho personalmente assistito alla conversazione tra un abitante ed un personaggio losco del locale di fronte a via tonci, dove questo straniero diceva: Tanto voi da qui dovete andare via.
    Spero che questa persona abbia sporto denuncia.
    Confermo anche la parte relativa alla speculazione edilizia e la minaccia ricevuta da quella persona ne è la conferma.
    Se un intero quartiere dice basta, la volontà popolare deve essere accolta.

  16. # Vero

    Sono ormai diversi anni che non abito più li ma la mia famiglia ci vive ancora e devo dire che negli ultimi 4/5 anni la situazione è diventata insostenibile.mi è capitato alcune volte di affacciarmi alla finestra di mia madre e di vedere a pochi passi dal portone di casa lo scambio di bustine di droga.vorrei dire alle perosne che criticano i cittadini del quartiere e che li accusano di razzismo che forse non si rendono conto della situazione.Questo non è razzismo perchè se quelle persone fossero italiani sarebbero delinquenti comunque.Ben vengano i locali multietnici,ma sempre nel rispetto delle altre persone e delle leggi italiane.Avere sotto casa prostitute che”lavorano” alle 4 del pomeriggio non è piacevole ve lo posso assicurare soprattutto se nel frattempo passeggiano famiglie con bambini piccoli.

  17. # compAgno

    Il razzismo non merita di essere ascoltato…

  18. # yuri

    Bravo, hai trollato. Ora torniamo a parlare di vivibilità ed ordine pubblico e non di tolleranza e razzismo.

  19. # Pumalibre

    Mi viene da ridere all’idea della lettera….sono anni e anni che il sig. Cosimi è a conoscenza della situazione (ricordate le camionette della polizia?) i vari avvistamenti “sotto scorta di agenti in borghese” del sindaco in p.zza dei mille? Le offese di razzismo fatte da alcuni quotidiani in prima pagina agli abitanti del quartiere? L’incontro con l’assessore Picchi in comune (il sindaco era a Milano per Livorno Milan ….anno della BANDANA a Silvio ) la promessa che avrebbe mandato la polizia municipale a controllare le abitazioni segnalate dai cittadini, che pena…
    Ho visto con i miei occhi persone che facevano sesso (Cosimi fai te) sul cofano di una macchina….che gli devo dire a mio figlio? Se vuole un gelato devo fare il giro del mondo per andare in Piazza della Repubblica.. Regolare vero??
    Fatevene una ragione AL SINDACO E ALLA GIUNTA non gli frega niente altrimenti gli incontri, gli esposti, ed i video fatti in tutti questi anni come prova sarebbero serviti.
    Prima di pensare al TUO ospedale e al vostro stadio e dovete pensare rendere sicura la zona ma si sà con gli appalti si vede i vaini E IL BELLO CHE NON SONO NE MI RITENGO RAZZISTA anzi sì lo sono ma nei vostri confronti che avete degradato Livorno sia nel lavoro (chiuso tutto e quello che rimane appalti da fame) e sul piano civico (ci siamo imbarbariti )verso gli altri..E ti hanno anche rivotato..Meno male tra poco RAUS mai più PD siete deludenti

  20. # yuri

    Però, in un ipotetico mondo in cui vigano diverse regole per l’immigrazione, l’italiano sarà pronto a colmare i buchi che si creeranno nel mondo del lavoro? Badanti h24, manovalanza… Sto cercando di capire quale sia, se esiste, la radice del problema…

  21. # Accio

    Fateci sapere la data della manifestazione, così da coinvolgere tutti i cittadini della Livorno ONESTA, stufi del falso buonismo-boldriniano che sta ROVINANDO l’ITALIA

  22. # MAX

    Finalmente un ragionamento sano ed equilibrato, che si avvicina alla mentalità livornese dell’ accoglienza e dell’ integrazione.
    I casi “anomali” sono sia tra gli stranieri che tra noi italiani, quindi sta all’ amministrazione controllare -e bene- entrrambi, ma purtroppo, finchè Cosimi e la sua giunta regneranno, tali problemi non saranno risolti, e la città precipiterà sempre più giù assieme a lla sporcizia, al degrado, e al non sviluppo.
    Gli stranieri aumentereanno in quanto Livorno è terra franca, e noi “giovani” quarantenni a lavorare in Veneto, Lombardia, ed Emilia.
    Ragioniamo, apriamo gli occhi, siamo noi che decidiamo le sorti di Livorno.
    Vero Comune?????

  23. # Federico

    Caro compAgno, non so dove tu abiti o vivi ma non credo che tu lo faccia nel quartiere Sant’andrea. Per tua informazione ho lavorato in Arci in un centro accoglienza per rifugiati ed extracomunitari, ho diretto progetti di integrazione e scambio internazionale e molto altro che non sento di doverti raccontare. Non sono certo razzista ma sono una persona che crede nei diritti di tutti. Quando qualcuno manca totalmente di rispetto per questi diritti, per la comune e civile decenza non credo che ci sia il razzismo di mezzo. Se poi a farlo è un gruppo che si identifica in comunità ristrette di apparteneti alla stessa etnia non è certo colpa di chi vede e vive questa situazione. Il degrado deve essere combattuto e quando è anche facilmente individuabile non ci sono alibi per chi DEVE farlo, per chi DEVE tutelare i diritti delle persone, mi riferisco alle istituzioni in primis e alle forze dell’ordine, anche se queste spesso non sono messe in condizioni di fare il loro lavoro proprio dalle istituzioni politiche, e NON E’ ACCETTABILE NASCONDERE LA DELINQUENZA DIETRO AL RAZZISMO. Uno spacciatore extracomunitario rimane uno spacciatore. Dobbiamo SEMPRE lottare contro il razzismo e per l’integrazione ma per farlo occorre combattere chi con la sua delinquenza oscura le brave persone che ci sono in tutti i popoli, nostro compreso!

  24. # Pumalibre

    Io non voglio più la zona militarizzata, voglio vivere nel mio quartiere dove sono nato e vivo da 47 anni in santa pace e pochi che l’hanno vissuta come me possono capirlo altro che Voi del palazzo , e poi ….che c’entra la Boldrini e la Kyange….i primi a venire in Italia (delinquenti e papponi) furono nel ’94 gli albanesi (mi scuso con gli albanesi onesti che ci sono..) e il ringraziamento fu a BERLUSCONIA vai a vedere i video e poi parla

  25. # Pumalibre

    per quale motivo devo cercare una fuga io dal mio quartiere deve essere il primo cittadino a farlo rendere abitabili le zone io non vado via… e ho i figli piccoli

  26. # Pumalibre

    Sei patetico … io sono di sinistra e tollerante più di te che ti definisci compAgno con la A maiuscola che ho già visto negli striscioni allo stadio vai a vedere la tua squadra ,continua a spengerti i’r cervello o vieni a comprare casa qui da noi altrimenti taci…. la tua libertà arriva fino a che interrompi la mia e qui da un dito si sono presi il braccio grazie al tuo sindaco (che dice di essere compAgno come te) per fare le battaglie per lo stAdio allora si!!! ma vaia vaia vaia…ha ha patetico di nuovo,VAI A VEDERE IL TUO LIVORNO chi te lo proibisce..

  27. # monica

    abito quì anche io,
    vorrei poter firmare, ma non so dove andare.
    come faccio?

  28. # daniele

    Speriamo che aprano un locale gestito da quella gente proprio sotto casa tua, poi ne riparliamo…….

  29. # daniele

    già il tuo nickname dice tutto… non meriti ulteriori commenti.

  30. # Pumalibre

    ho dei cugini in America di colore.. (non accetto che chicchessia mi tacci di razzista) non è una questione di razza, religione o pelle ma vivibilità, chi se ne frega dei locali etnici,ben vengano, chi se ne frega delle persone che vivono quà , ci mancherebbe altro venite, ma rispetto e legalità (questo vale per tutti) perchè chi compra la roba sono italiani e anche Livornesi e noi insegnamo ad essere tolleranti e rispettosi delle regole si, AR BUBBOCINE…sfido chiunque a smentire mi ci metto anche io che non sono un santarellino ma il rispetto per la persona di qualunque posto sia è la prima regola che i miei genitori mi hanno insegnato

  31. # Marco

    – 21 però è una bouna media. Continua così

  32. # Leone

    Non capisco in una città con questi problemi come Livorno ,non si adottino misure come quelle delle altre città tipo Firenze Prato ecc. Che si chiama strade sicure con presidi del esercito , vedrete con delle pattuglie fisse nella zona sicuramente ci sarebbe più controllo . Ma mi dimentico che siamo a Livorno troppo rossa per usufruire di un servizio così… Bha

  33. # dany

    perdona il “compagno” perchè non sa quello che dice……per criticare dovresti venire per qualche giorno qui,sporcizia prostituzione droga schiamazzi membri fuori dei pantaloni che urinano sputi ruti ….siamo stufi razzista sei te verso di noi e ricorda che l’incivile non ha colore…

  34. # Mirko

    Non capisco perchè si debba passare dalla denuncia di un disagio, reale certo, all’ attribuzione delle cause di questo disagio alla presenza di stranieri. Scuate non vedo il nesso, neanche in S.Andrea, neanche dove ci sono spacciatori o prostituzione ecc. Saranno mica santi i livornesi, gli italiani? Forse ci fanno meno paura perchè li conosciamo meglio, non perchè non delinquono o son tutti gente onesta e brava.

  35. # Pumalibre

    come al solito si strumentalizza le cose.. che c’entra la Boldrini…ricordo una sera in P.zza dei Mille all’epoca militarizzata (1 camionetta della Polizia,1 gazzella dei Carabinieri e 1 della Guardia di Finanza, arrivarono da due parti diverse due file di ragazzi uno del centro sociale Godzilla e dall’altra della lega, che venivano a fare la ronda, furono mandati via dagli abitanti perchè chi ci doveva proteggere non erano loro ma le istituzioni…ma di queste cose che ne sapete voi non abitate qui, però giudicate e sentenziate che c’entra la Boldrini…poi me lo spieghi..

  36. # Marta

    Sono solidale con te. Dobbiamo lottare. Il sindaco dovrebbe vergognarsi di non aver mai fatto quanto meno una ordinanza a nostra tutela.

  37. # degas

    ci sono strade anche senza locali….sempre zona repubblica lato mercato dove bivaccano la sera tranquillamente per strada spacciando e drogandosi tranquillamente in mezzo ai passanti..chiamate due volte le volanti ma non ci passa mai nessuno

  38. # ESPOSTO

    PER TUTTI QUELLI CHE VIVONO QUOTIDIANAMENTE QUESTI PROBLEMI NEL QUARTIERE S.ANDREA MA ANCHE IN ALTRI, LASCIATE IL VOSTRO INDIRIZZO MAIL ALLA CASELLA DI POSTA
    [email protected]
    TENIAMOCI IN CONTATTO.
    RICORDATE CHE L’UNIONE FA LA FORZA E INSIEME POSSIAMO FARCELA. GRAZIE

  39. # Serpico

    Santandrea a Livorno come Trastevere a Roma, e come tanti altri quartieri in tante altre città italiane. Parrebbe che questi assembramenti diano il modo alle forze dell’ordine di “monitorare”, “attenzionare” e “schedare” più comodamente i giovani protagonisti delle notti brave nei nostri centri storici. Sarebbe a dire, perciò, che i residenti son destinati a far codesta vita, sperando che i balordi eleggano un’altra zona della città come ritrovo notturno. Altrimenti che senso avrebbero i quotidiani articoli sulla crisi che tv e giornali sfornano da anni? Le autorità vogliono convincerci a rassegnarci, a sopportare il degrado perchè “non ci sono risorse sufficienti per arginare fenomeni di questo tipo” e perchè “se ci sono i soldi, questi si spendono per la prevenzione e lotta al crimine (quello grosso)”. Lo Stato – che siamo noi – dovrebbe, quindi, difendersi da se stesso.

  40. # compAgno

    Se uno non la pensa come te trolla? ora capisco il perche` dei vostri commenti, se questo e` il livello di intelligenza….

  41. # Lorenzana

    Questa e’ colpa delle autorità’ che abbandonano zone in mano a balordi…non parlo di extracomunitari…meno discorsi e più controlli…

  42. # Andrea

    Bravo sei da applausi! Commenti divertenti di bimbi …!

  43. # Laura

    I profilattici prima di buttarli in terra Per la foto usateli….

  44. # Lorenzo35

    Se vuoi ti invito a casa mia un giorno…. così vedi con i tuoi occhi. Confermo per filo e per segno tutto quello scritto nell’esposto, foto incluse.

  45. # Matteo

    E’ proprio per colpa di gente come te che Livorno sta andando alla deriva!!! Compagnio?!? COMPAGNO DI STA ….

  46. # Daniele

    Ci risiamo. Chi non conosce la situazione reale non deve permettersi di fare i soliti commenti incentrati sul razzismo. Basta….. Chi non Sa non parli . Grazie

  47. # Daniele

    Vergognati di ciò che dici. Questo non ė un gioco, e tu con questo commento stai offendendo persone che hanno bisogno del supporto di tutti. Prima di scrivere…

  48. # liburnico

    Fanfarone io? Sono realista eccome, leggi le statistiche e dimostrami che ho torto, se ci riesci te ne saro’ grato e saro’ contentissimo che la realta’ sia meno grigia di come sembra!

  49. # mirko

    Affermazione senza alcun fondamento. Potrei dimostrarti che conosco la situazione molto bene. Il problema e che se qualcuno vede il problema secondo un’altra prospettiva e il solito buonista. se non ci fossero gli stranieri chissa a chi avreste dato la colpa del vostro disagio.

  50. # BENITO

    Una casa da quelle parti non la prenderei manco se me la regalassero!
    Povera Livorno… E pensare che pochi anni fa era un paesone davvero piacevole da vivere

  51. # Martina25

    Tu non sai nemmeno di cosa si sta parlando. Porta rispetto alle persone caro mio e vergoniati.

  52. # Accio

    C’entra eccome se c’entra…..studiati il profilo politico professionale del soggetto in questione e vedrai che c’entra, chi fa carriera con i clandestini non c’entra?
    Molti dei delinquenti di cui ci stiamo lamentando oggi ,sono reduci delle rivolte e devastazioni dei centri di Lampedusa e successivamente fuggiti dopo le devastazioni del cie di Manduria.

  53. # floyd

    Solidarietà massima ai residenti. Non fatevi scoraggiare dall’ipocrisia dei moralisti (che magari vivono in quartieri bene e giocano a fare i “progressisti”).

  54. # sally

    Stanno parlando di spaccio e prostituzione.

  55. # Lorenzo Il Censore

    Rivotate Cosimi eh, mi raccomando.. Il “Rosso” non serve proprio a nulla, non risolverà mai nessun problema. Chiacchiere da moralisti, qui servono i fatti e i fatti si fanno con le azioni e il controllo.

  56. # stefano

    Prova a venire in Piazza dei Mille verso la dieci di sera avvicinati ai cassonetti di via del seminario e inspira a pieni polmoni! Quello è il gabinetto di tutti gli avventori che bevono birre a tutto spiano.

I commenti sono chiusi.