Ruggeri a Raspanti: “Confronto? Ora no”. Show della Girlesque Band

Mediagallery

“Buongiorno Livorno mi invita ad un confronto con Andrea Raspanti, per verificare se io rappresenti davvero il cambiamento, contro ‘l’Apparato’. Io vorrei invitare Andrea ad una riflessione: io non metto in dubbio che egli voglia davvero la discontinuità, ma se cerco nelle sue retrovie, trovo nomi e cognomi che hanno dato vita a diverse stagioni politiche livornesi, e in questi giorni leggo interviste di iscritti al PD che non hanno apprezzato la mia volontà di cambiamento, il punto e a capo, e sono corsi a nascondersi dietro di lui, sperando in una buona opportunità di riciclo. Mi viene da voi detto che molti dei punti dei nostri programmi si somigliano. Non farò la facile battuta che in effetti ci avete copiato un po’ di cose, ma nemmeno qui mi stupisco. Anzi, proprio questo io vorrei premiare: i punti di unità, invece che i punti di divisione, che pure ci sono e non li nasconderò. Per questo dico, Andrea, evitiamo a pochi giorni dal voto di fare un favore alla destra e al populismo grillino dando soddisfazione alla pancia di chi vorrebbe vederci contrapposti, per aizzare qualche animo seduto in platea. Continuiamo la nostra competizione leale, e chi ha più filo tesserà. Sono convinto che entrambi stiamo facendo una battaglia nella stessa direzione, tu per rinnovare la sinistra radicale, io per rinnovare il centrosinistra e la città”. Così Marco Ruggeri, candidato sindaco di Livorno per la coalizione di centrosinistra, risponde a Buongiorno Livorno.

La replica di Buongiorno Livorno (nel link in fondo all’articolo trovate l’esibizione in piazza Cavallotti della Girlesque street band andata in scena il 21 maggio)
Gentile Signor Ruggeri,
apprendo che la nostra richiesta di un confronto pubblico tra lei e Andrea Raspanti è stata declinata. Ritengo però che tale richiesta sia stata fraintesa, da lei e dal suo staff. Cercherò quindi di chiarire alcune questioni, in modo molto schematico, a vantaggio degli elettori.

1) Noi di #Buongiornolivorno non le abbiamo chiesto un confronto per verificare se lei rappresenti davvero ‘il cambiamento contro l’apparato’ (cito le sue testuali parole). Secondo noi lei NON rappresenta alcun cambiamento. Su questo non abbiamo dubbi. Le abbiamo chiesto un confronto perché ciò possa essere chiaro anche ai cittadini, visto che la vostra campagna elettorale è proprio incentrata su questa bizzarra idea di ‘discontinuità nella continuità’, che riteniamo possa essere fuorviante per gli elettori. La vera, dirompente novità di questa campagna elettorale è proprio #Buongiornolivorno, che si pone in posizione di netta alternativa rispetto al Pd che ha espresso la candidatura di Marco Ruggeri.
2) Da quando BL ha preso vita, attraverso un lavoro entusiasmante e partecipativo, riempiendo teatri, librerie e sale conferenze, voi ci avete accusato di avere ‘dietro’ persone riciclate. Per favore, basta con queste accuse generiche e fin troppo facili da smentire. Trovate, tra i dirigenti, tra i candidati o tra gli attivisti di #Buongiornolivorno, un solo nome ‘vecchio’, una sola persona che ‘abbia dato vita a diverse stagioni politiche livornesi’. Le ripeto, mi faccia un nome. Il vostro continuo tentativo di accreditare come nostre guide occulte persone che hanno solo, di propria iniziativa, dichiarato di essere nostre simpatizzanti è semplicemente ridicolo.
3) Altrettanto ridicolo è affermare che abbiamo copiato il programma del PD, quando in realtà il nostro, al cui sviluppo hanno partecipato pubblicamente centinaia di persone, è stato pubblicato 20 giorni prima del vostro. Se poi, giustamente, lei ritiene che il programma del PD a Livorno lo si veda affacciandosi alla finestra, passeggiando per il centro cittadino con i suoi negozi chiusi, scorgendo in lontananza il rigassificatore, osservando la distruzione della vocazione turistica della nostra città, camminando tra i fondi già vecchi di Porta a Mare, imbattendosi nella discarica del Limoncino… beh, allora le assicuro che non abbiamo mai avuto l’intenzione di copiarvi. Su tutti questi orrori vi lasciamo volentieri l’esclusiva.
4) Il consenso che stiamo incontrando tra i cittadini, ogni giorno crescente, dimostra chiaramente che non siamo la sinistra minoritaria ed elitaria di cui lei, velatamente, parla. Al contrario, rappresentiamo un progetto di governo, un’alternativa reale per Livorno. Abbiamo contribuito ad unire le varie sensibilità della sinistra livornese, mettendo talenti e competenze al servizio di un progetto di città più solidale, più attiva e moderna. Questo avreste dovuto farlo voi, invece di trasformarvi in un puro apparato di potere distaccato dai cittadini, che da molti anni non ascolta neanche più la sua base ed i suoi tanti, ormai ex, militanti. Spero, con queste parole, di aver fatto chiarezza. Noi abbiamo condotto la nostra campagna elettorale in modo leale. Voi ci avete ripagato con una linea di comportamento basata sulla ‘doppiezza’: lei sempre apparentemente molto civile nei confronti pubblici, i suoi compagni di partito e di coalizione violenti e offensivi sulle pagine dei giornali. Adesso anche lei, forse per disperazione vista la crescente fiducia dei cittadini nei nostri confronti, inizia a ricorrere a false insinuazioni. Qualcuno ci ha detto che è normale, che la politica funziona così. Non per noi! Abbiamo troppa fiducia nei livornesi per permettere che siano ancora ingannati da un sistema partitocratico che da troppo tempo non cura l’interesse generale e il bene comune, e che cerca di screditare ogni alternativa per paura di perdere le sue posizioni di potere ormai date per scontate.
Per concludere, ci sembra che la verità, chiara, sia questa: anziché rispondere seriamente ad una richiesta di incontro, dove si possano sollevare questioni concrete e precise, avete preferito giocare la carta delle insinuazioni, cercare ancora una volta di farci passare per quelli che non siamo. #Buongiornolivorno rappresenta una proposta originale e travolgente per la nostra città. Siamo incompatibili e alternativi rispetto al PD che ha espresso la sua candidatura. Abbiamo aperto una strada nuova e moderna per risollevare Livorno dal baratro nel quale voi avete contribuito a farla sprofondare.

Giovanna Cepparello

Riproduzione riservata ©

Videogallery