Ricordato don Luigi Giussani e Comunione e Liberazione

Mediagallery

di Roberto Olivato

Ricordato in Cattedrale sabato 27, con una S.Messa celebrata dal vescovo Simone Giusti, il trittico di ricorrenze legate alla figura di don Luigi Giussani: la sua scomparsa avvenuta il 22 febbraio 2005, il 62esimo anniversario di Comunione e Liberazione movimento da lui fondato nel 1954 ed il trentaquattresimo compleanno della Fraternità di Comunione e Liberazione. Nel corso della celebrazione Eucaristica il vescovo Giusti ha impartito il sacramento della Consacrazione a due nuovi ciellini che hanno ufficializzato il loro ingresso nel Movimento.  “ Se non c’è Comunione  non c’è amore” con queste parole rivolte ai Ciellini presenti in Cattedrale, monsignor Giusti ha ricordato la figura di don Giussani  “ il suo carisma e cioè il vivere il cristianesimo, si poneva e si pone ancora oggi, quale forma di attrazzione per chi desidera vivere in Comunione di amore e carità verso il nostro prossimo, parole comportamentali alle quali Papa Francesco- ha proseguito il vescovo- ci invita quotidianamente ad attenerci.” La presenza a Livorno di Cl risale a circa trentasette anni fa, da quando nel 1979 entrò per la prima volta nella sede di piazza Gavi.

 

Riproduzione riservata ©