Pedane degli autobus, quante difficoltà. Nulla è cambiato da gennaio

Mediagallery

Sono qui a segnalare che da gennaio ad oggi nulla è cambiato per le pedane dei mezzi pubblici della Ctt nord di Livorno siamo sempre tra mille difficoltà discriminazioni da parte della stessa azienda che ci obbliga a prendere un solo autobus con pedana manuale che passa ogni 1h e 20.
Lunedì 5 maggio è stata un’altra giornata da odissea dalle ore 16:45 che eravamo alla festa di via Cestoni (Shangai) siamo arrivati in centro alle 18 per colpa degli autobus dotati di pedane ma che non funzionava io stesso ho sbloccato per 7 volte la vettura per poter arrivare in centro perché al rientro la pedana s incastrava e rimaneva bloccata non facendo partire il mezzo quindi un po per necessità un po per rabbia la sbloccavo e il ringraziamento da parte dell azienda qua le è stato? Colpa mia perche io devo prendere solo la vettura con la pedana manuale grazie!!! Al ritorno erano le ore 19;30 in piazza grande di scatenava il putiferio arriva la solita vettura ( perché sulle due precedenti non andavano le pedane) e che succede? Si sale a bordo e al rientro la pedana si blocca! Bene io questa volta non lo sbloccata in 20 minuti si era creata una fila di circa 15 autobus bloccati ho chiamato vigili urbani polizia stradale carabinieri niente non c era una pattuglia disponibile per venire a vedere la nostra situazione non vi dico la gente infuriata un autista che mi diceva sbloccare la pedana per ripartire tutti nulla alla fine fanno scenderemia nipote che era intrappolata sopra l autobus da 15 minuti ah già la pedana non è per mea per una bobina di 10 anni costretta su sedia a rotelle meccanica quindi un oggetto peso e di valore la Ctt nord sta facendo i dispetti ad una bambina di 10 anni mettendo vetture non funzionanti sulla linea 4 insomma al ritorno dalle ore 19:00 siamo arrivati a casa alle ore 20:30 insomma giudicate voi grazie per l attenzione e un grazie a tutti gli autisti di Livorno che mi sostengono in questa difficile lotta grazie di cuore Jonathan alderigi

Riproduzione riservata ©