Pd: “I tagli al sociale? Creano tensioni sociali”

Mediagallery

Il PD di Livorno attacca la riorganizzazione dei servizi sociali messa in atto dalla giunta comunale. Una manovra disastrosa che porterà solo gravi conseguenze per la tenuta sociale della città: il pesante taglio alle associazioni che operano nel settore (caricando sugli uffici comunali un così delicato servizio) e la cancellazione delle social card (sostituendole con il ritiro diretto del denaro contante o voucher negli uffici del Comune) sono atti che di fatto andranno a calpestare sia il prezioso lavoro che ogni giorno il sistema associativo e il terzo settore mettono in campo verso i bisognosi, che la dignità delle persone che si vedranno costrette a fare la fila allo sportello per ritirare i soldi. Scelte scellerate che provocheranno tensioni sociali. Quando una riorganizzazione interessa servizi così importanti, è necessario prima aprire un confronto con chi opera nel settore. Questo è uno smantellamento vero e proprio. Il Partito Democratico ha da sempre tutelato le fasce più deboli dando al settore sociale la massima priorità. Il PD non si piegherà a scelte così disastrose. Insieme al Gruppo consiliare, che si sta battendo affinchè la Giunta proponga quanto prima un nuovo assetto dei servizi, sarà organizzato quanto prima, un incontro con tutte le associazioni del terzo settore e del volontariato. Se agli altri non interessa un confronto  su questioni così importanti, al PD sì.

Riproduzione riservata ©