Pd: “Il Palio? Naviga nell’incertezza, garantiamo un futuro alla tradizione”

Mediagallery

Durante il Consiglio comunale odierno abbiamo discusso l’interpellanza presentata a metà maggio con oggetto situazione della riforma del Palio marinaro e delle cantine nautiche.
Le cantine nautiche rappresentano il cuore della tradizione remiera livornese nonché luoghi di aggregazione. Da tempo alcune cantine (Benci Centro, San Marco Pontino e Labrone) sono soggette ad una situazione di incertezza in merito ad eventuali trasferimenti che rendono difficile anche il lavoro quotidiano. Altre vanno avanti non esenti da difficoltà. L’incertezza sul futuro, anche dal punto di vista economico è uno dei primi elementi su cui agire per provare a rilanciare il mondo remiero.

Abbiamo chiesto tempi certi, risorse economiche e progettualità affinché sia valorizzata da un lato la passione e l’impegno dei vogatori che tutto l’anno si impegnano per arrivare preparati ad una stagione che si risolve in poco tempo e purtroppo con visibilità limitata; dall’altro lato tempi, risorse e progettualità sono il cardine per aiutare tutti quei volontari che quotidianamente si impegnano nelle cantine nautiche. Vogatori e volontari rischiano di essere sempre meno o sempre i soliti.

Preso atto che dopo l’iniziale confusione di una giunta che aveva addirittura ipotizzato di sospendere il Palio, la consegna tardiva delle imbarcazioni, e la questione dei contibuti non assegnati alle cantine, oggi l’Assessore Perullo si è impegnato a risolvere la questione proponendo un piano per il 2016, noi continueremo a monitorare le novità e il prossimo passaggio che proponiamo sarà il coinvolgimento di dirigenti, volontari e vogatori in una commissione consiliare già più volte richiesta. Questo perchè riteniamo che dar voce a chi ogni giorno anima questo mondo, sia uno dei modi per rendere la città più consapevole.

Gruppo PD Livorno

Riproduzione riservata ©