Oltre un anno di attesa per un esame. Se scegliamo Pisa non sorprendiamoci

Mediagallery

Buongiorno, mi chiamo Marcello Marconi e Vi scrivo per evidenziarvi un problema, purtroppo annoso e noioso, nei riguardi del cittadino da parte del Servizio Sanitario Nazionale ed in particolare per quanto riguarda la Asl 6 area Livornese. Il 21 luglio 2014 mi sono presentato ad uno sportello Cup per effettuare la prenotazione di una ecografia ad un piede e per tutta risposta ho ottenuto un appuntamento per lunedì 28 settembre… 2015 ! Alla mia sorpresa l’addetto allo sportello dopo mia esplicita domanda mi chiariva che però il primo appuntamento utile lo si poteva avere per il 20/08/2014 ma ahimè all’Isola d’Elba. Mi sorge un dubbio anche perché non è la prima volta che capita. Le cose sono due: o all’Elba ci sono pochi malati e buon per loro oppure ci sono troppi medici. Il cittadino è stufo di sottostare a tali angherie. Ormai tutti hanno capito che il Presidio Elbano serve solo per rimanere nei tempi previsti dalla legge per non sforare e non dover autorizzare le prestazioni in strutture convenzionate. E’ un giochino che ormai hanno capito tutti. Sarebbe il caso che il personale sicuramente in eccesso in tale struttura fosse reindirizzato la dove ce n’è effettivo bisogno anche perché il problema non sussiste solo per le ecografie ma per tutti i casi in cui è necessario un accertamento strumentale soprattutto, ma anche per normali visite. Poi non si lamentino per le fughe verso Pisa.

Marcello Marconi

Riproduzione riservata ©