Urla e offese ai passanti, pugni all’auto parcheggiata. “Qui è il far west e i turisti? Via”

Mediagallery

Prima ha preso a pugni un’auto in sosta, poi si è messo a chiedere elemosina rivolgendo offese ai passanti. E’ accaduto domenica in via Grande. Protagonista un austriaco di 41 anni denunciato per danneggiamento di auto, resistenza, violenza e minaccia a pubblico ufficiale, in due interventi distinti.
Nel primo l’uomo, che si trovava in compagnia di altre persone, è stato fermato mentre danneggiava una Volvo, parcheggiata regolarmente, provocandone l’introflessione del cofano motore.
Poche ore dopo il secondo episodio sotto il loggiato di via Fiume nei pressi della farmacia comunale. Qui il 41enne, in stato di ubriachezza, è stato sorpreso dalla polizia ad importunare i passanti con richieste insistenti di elemosina, giungendo perfino ad avvicinare fisicamente e ad offendere in caso di mancata offerta. Invitato a tenere un comportamento corretto, lo straniero si è sfilato la maglia davanti ai passanti iniziando ad offendere anche gli agenti. Fatto salire, con non poca difficoltà, a bordo della volante è stato accompagnato negli uffici per la denuncia. Quello di ieri è solo uno dei tanti controlli messi in campo dalla polizia nell’ambito del piano coordinato di controllo del territorio predisposto dal questore, soprattutto in orario notturno, per contrastare in particolare i reati contro il patrimonio ed i reati connessi con gli stupefacenti che ha portato a identificare e controllare complessivamente 758 persone e 396 autovetture.

La lettera-sfogo di un negoziante – Gentile redazione, con tanto dispiacere sono nuovamente a mettere in evidenza il degrado della nostra Livorno. Ieri, domenica 27 luglio, il mio negozio era aperto e sotto i portici c’erano fiumane di turisti vogliosi di shopping. Purtroppo insieme ai turisti ed alle commesse in pausa sotto i portici c’erano anche due gruppi di nomadi, che, ubriachi, facevano parecchia confusione ed infastidivano con urla e richieste di denaro i passanti. Niente di nuovo se non fosse che uno di questi ha preso di mira una macchina parcheggiata e con un pugno ha fatto un bel coccio sul cofano!!! Ovviamente, a giro, nemmeno l’ombra dei carabinieri/poliziotti di quartiere!!! Il servizio di vigilanza e’ previsto solo per i giorni feriali. Vi sembra corretto?!?!? L’apertura domenicale di un negozio deve essere supportata anche da una adeguata vigilanza da parte delle forze dell’ordine!!  Ogni domenica sembra di essere in un farwest!! Siamo dimenticati da tutto e da tutti!!
Brontoliamo tanto sulla mancanza delle aperture domenicali da parte dei commercianti livornesi…e nessuno fa niente per aiutarci lavorare serenamente!!!

Monica Bertozzi

 

 

Riproduzione riservata ©