Multe alle auto in divieto ma non ai ciclisti sul marciapiede

Mediagallery

Volevo segnalare come i vigili passano regolarmente sul controviale di viale Carducci a multare (giustamente) auto parcheggiate nello spazio riservato alla sosta degli autobus (che comunque anche se lo spazio è libero, continuano a fermarsi in mezzo alla strada per far salire i passeggeri, bloccando il traffico…) ignorando completamente i ciclisti che indisturbati transitano sul marciapiede, anziché utilizzare la pista ciclabile presente sull’altro lato del viale.
Ho provveduto a segnalarlo più volte e in passato avevo fatto anche un esposto in Comune, visto che una ciclista dopo aver urtato anche abbastanza violentemente il mio cane, mi aveva anche apostrofato perché il cane (regolarmente al guinzaglio…) non aveva la museruola!
Possibile che solo perché uno si sposta in bici è libero di fare quello che vuole con arroganza e senza che nessuno intervenga per far rispettare i normali parametri di educazione e rispetto del prossimo?
Lettera firmata

Riproduzione riservata ©