Multa a “tradimento” o errore? La Municipale risponde

Mediagallery

Pochi giorni fa un nostro lettore ci ha scritto una lettera al riguardo di una multa ricevuta in zona Pentagono del Buontalenti a causa di un mancato rinnovo dell’ordinanza comunale per le zone “D” e “C” in simbiosi per anni. La domanda che si poneva il residente del quartiere è stata: “Multa a tradimento o disattenzione personale?”. A rispondergli la dottoressa Michela Pedini, dirigente Servizi Territoriali Sicurezza e Mobilità della polizia municipale. Ecco il botta e risposta tra cittadino e municipale

La lettera – Premessa dovuta: la legge non ammette ignoranza.  Dopo l’incipit veniamo al succo: da almeno sei anni la zona D e C interne al Pentagono del Buontalenti, per quanto riguarda il parcheggio auto, sono, anzi erano, in “simbiosi “. Vuoi per i cantieri edili vuoi per i mercatini mattutini, i residenti da quelle parti potevano parcheggiare indifferentemente nelle due zone e questo accadeva, lo ribadisco da almeno sei anni. È accaduto che l’ordinanza comunale non sia stata rinnovata, per cui la situazione è mutata, ragione per cui possono fioccare multe. Questa mia lettera è quindi di servizio: attenzione, la “simbiosi ” fra zona C e D non esiste più. Faccio poi una chiosa personale: la multa me la sono beccata, chiaramente rimando all’inizio di questo mio pensiero, non si può dire non sapevo, ma esisterebbe forse anche il buon senso: non avrebbe guastato, dopo sei anni, anziché una multa, mettere magari un avviso, giuro che avrei capito. Cari concittadini residenti in centro siete ora avvertiti!

Lettera firmata

La risposta della polizia municipale: “Nessuna multa a tradimento” –  Caro lettore, nessuna multa a “tradimento” o disattenzione . In qualità di responsabile del servizio territoriale della P.M. posso essere considerata la “mandante” della sanzione che Le è stata comminata. Premesso che concordo pienamente su esigenze di sosta alternativa per i residenti lettera C e che l’ordinanza che consentiva di sostare in D con lettera C (ma anche viceversa) poteva essere una buona soluzione, faccio presente che tale ordinanza provvisoria è scaduta il 31 /12/2014 .
Capisco che non è certo una buona sorpresa trovare sull’auto 28, 70 di sanzione ma dobbiamo lavorare con gli strumenti esistenti, è impensabile che a distanza di un anno dalla scadenza dell’ordinanza, dopo che la situazione è stata più volte rappresentata sulla stampa, il vigile durante il controllo di zona (attuato proprio nell’interesse dei residenti) “avverta” il singolo che lì non si può più sostare…

Credo che la strada da percorrere, anche con l’apporto della P.M. , sia un’altra. In tale ottica collaborativa la P.M. ha già contatti con alcuni Suoi vicini e con il comitato residenti Buontalenti.
Resto a Sua disposizione per ulteriori chiarimenti . Distinti saluti.

Il Titolare Posizione Organizzativa
Sezioni Territoriali Sicurezza e Mobilità

Dr.ssa Michela Pedini

Riproduzione riservata ©