Deturpati i poster Stop Omofobia

Mediagallery

La scorsa domenica, 17 maggio, in tutto il mondo si è celebrata la Giornata Mondiale Contro l’Omotransfobia. Per questa occasione, il circolo Arcigay di Livorno e Cecina ha finanziato una campagna contro l’omofobia e la transfobia. Ma nella notte qualcuno ha deturpato i manifesti.

Ecco la lettera di denuncia dell’associazione Livorno Rainbow – “Il circolo Arcigay di Livorno e Cecina ha finanziato una campagna contro l’omofobia e la transfobia mediante la pubblica affissione in entrambi i Comuni di manifesti che invitano a una pacifica e serena convivenza con le persone lgbt, pagando regolarmente agli uffici comunali le imposte dovute. Come potete vedere dalle immagini che vi abbiamo inviato, numerosi di questi cartelloni sono stati strappati e deturpati. Questo ci fa riflettere su quanta intolleranza e omofobia siano ancora presenti sul nostro territorio e su come siano importanti le nostre azioni volte al superamento di questa piaga sociale che troppo spesso sfocia in atti discriminatori e in violenza fisica e/o verbale, sottolineando ancora una volta l’urgenza di una legge efficace contro l’omofobia e la transfobia a livello nazionale.
Da parte sua, Luca Mazzinghi, presidente del circolo Arcigay Libertà e Diritti fa sapere che si sta muovendo per vie legali, presentando una denuncia contro ignoti.

Riproduzione riservata ©

47 commenti

 
  1. # 4luglio68

    Anche strappare i manifesti è una libera manifestazione del pensiero… o la libertà di pensiero vale solo se sei pro gay??

  2. # Bevidimenoponci

    No non è una libera manifestazione di pensiero, è un atto incivile ed irrispettoso. La libertà di pensiero vale solo quando le opinioni e le idee vengono espresse nel rispetto del prossimo. Strappare manifesti di chi vuol dare voce alle proprie idee più che libertà di pensiero mi sembra un atto vandalico e basta!

  3. # andrea raiano

    Chi strappa un manifesta un pensiero, ma impedisce la manifestazione del pensiero altrui. Chi strappa un manifesto è solo un fascista.

  4. # Boldrini Scafista

    Non so se sbaglio ma la libertà di pensiero e affiggere un manifesto con la propria idea …non strappare quello degli altri. omofobia o non omofobia.

  5. # Daniele

    Lo strappare manifesti affissi come quelli in oggetto in aeree adibite, è un atto vandalico e non una libera manifestazione di pensiero. È un atto incivile, e chi l’ha fatto dovrebbe farsi vedere, e manifestare pubblicamente il suo odio contro l’omofobia, siamo in un paese libero, è da codardi agire in quel modo. L’essere contro coloro che non sono etero sessuali è solo mancanza di rispetto e talvolta sono coloro che hanno rapporti con persone dello stesso sesso e manifestano violenza come atto di difesa…

  6. # Nano

    Certamente, libera manifestazione del pensiero di un violento intollerante. Credo che ci sia molta strada da fare, e non solo per i diritti dei gay.

  7. # Giorgio Pirani

    Ah, quindi impedire a un altro di esprimere le propie idee sarebbe libertà di pensiero? Complimenti! D’accordo che in questa città ostentare l’ignoranza va di moda, ma non ti sembra di approfittartene un po’ troppo?

  8. # RobinHùdde

    Mettere manifesti con altri punti di vista sarebbe Libertà di Pensiero, strapparli è censura…e quindi è IMPEDIMENTO alla Libertà di Pensiero. Inoltre è vigliaccheria, perché mettere altri manifesti con altri punti di vista sarebbe forse troppo impegnativo e difficile, e presupporrebbe una presa di posizione cosciente, cosa che evidentemente chi ha fatto questo gesto non sa e non vuole fare.

  9. # Menopeggio

    Quelli che strappano i manifesti sono esattamente uguali a quelli che impediscono di parlare a Salvini.

  10. # RobinHùdde

    Aspetta, caro 4 luglio68, aggiungo una notizia fonte ANSA (scusa ma io, sai, li leggo i giornali…) “Lo stanno perseguitando perché è gay: è il caso di un italiano di 33 anni, divenuto addirittura bersaglio di minacce di morte da parte un gruppo di estremisti ungheresi, per la sua omosessualità. Lo stalking è stato confermato all’ANSA da attiviste di Aurora, associazione che si batte per i diritti civili e che ha sede nel quartiere ebraico della capitale ungherese. Andrea Giuliano, che lavora nella sede ungherese di una società multinazionale americana, collabora con l’associazione, dedicandosi ad alcune attività sociali. Alla parata del Gay Pride dell’anno scorso, Giuliano aveva ironizzato su una banda di motociclisti, espressione di un gruppo nazionalista ungherese. Il capo di questo circolo lo ha querelato per diffamazione. Non solo: con l’accusa di aver offeso “la morale cristiana” Giuliano è stato minacciato di morte: c’è addirittura una taglia di 10 mila dollari sulla sua testa, ricompensa per chi lo uccida. Inoltre, il giovane viene seguito continuamente nel tragitto fra la sua casa e il posto di lavoro. Secondo gli attivisti di Aurora, la giustizia ungherese tarda nel garantire all’italiano una difesa, mentre l’udienza del processo di diffamazione è stato fissata a giugno.” Questo succede in Ungheria, oggi. Ma potrebbe succedere anche qui da noi, per i gay, per i cristiani, gli ebrei, i rossi, i neri, i blu, le donne, gli iscritti al Circolo della Pesca… Ecco perché il pensiero e la libertà vanno rispettate e difese,. Pensaci prima di scrivere le tue inaudite castronerie. Un giorno potrebbero strappare il TUO di manifesti, e come ci resti????

  11. # Teseo

    Daniele, inserisci il cervello prima di parlare. “Odio contro l’omofobia” è esattamente il contrario di quello che vuoi dire.

  12. # Pro

    Ma perche’ devono fare tutta questa pubblicita’?
    Non mi pare che i feticisti dei piedi, i sadomasochisti, gli schiavi, gli scatter e tutte le altre realta’ sessuali, compresi gli esibizionisti, abbiano tutta sta voglia di mettersi in mostra…

  13. # Nicola

    Mi sento di dire allora che Livorno è piena di comunisti con modi di fare “fascisti”

  14. # roberto

    Chi strappa i manifesti e’ un deficente, chi vuole impedire un comizio e’ un deficente, chi dice che chi strappa i manifesti e’ un fascista e’ un deficente.

  15. # 4luglioretrogrado

    sei un bigotto. l’ignoranza non ha limiti… e magari la domenica sei in curva a cantare bandiera rossa! Un po’ di sana vergogna non ti farebbe male

  16. # alessandro

    per 4luglio68..mi sa che hai sbagliato nik,dovresti chiamarti 28ottobre(marcia su roma)

  17. # amaranto67

    vale anche per i manifesti di forza italia e della lega oppure il principio si applica solo ad alcuni?

  18. # 4luglio68

    Allora se trovo un manifesto strappato con su una famigliola è da catalogarsi come gesto di eterofobia…se trovo un manifesto strappato della FIAT è un gesto violento dei meccanici della BMW…. se trovo un manifesto strappato del dentifricio è un gesto violento dei medici dentisti e così via.

  19. # 4luglio68

    E’ allor perchè impedite a Salvini di parlare? Quindi fascisti anche loro?

  20. # Luca

    Davanti a casa mia hanno strappato quelli dell’Acli e per farlo hanno pestato tre o quattro cacche di cane messe lì a difesa insieme al tanfo orribile della pipì sempre delle care bestiole. È sicuramente un attentato ai danni del Vaticano, nonostante le difese di qualche cortese padroncino di cane. Il problema è la maleducazione, invece di fare dottrina fin dell’asilo ai bambini inoculando il virus della religione, cattolica per giunta, insegnamo ai bambini educazione civica.

  21. # un lettore

    e se non c’entrasse nulla col messaggio del manifesto ma piuttosto si trattasse del semplice deturpare i manifesti x piuttosto che y?!! insomma, ci sono davvero momenti in cui fermarsi e interrogarsi se ci si trova davanti a qualcosa di grave ma questo non credo sia necessariamente il caso. Chiaro, non che il deturpare di per se vada bene 🙂

  22. # amaranto67

    per 60 anni in questa città è stato impedito al MSI di parlare… ora vi scoprite tutti “democratici”? voi di rainbow vi siete indignati quando a salvini è stato impedito di parlare liberamente a suon di insulti e sberleffi? Vogliamo parlare della manifestazione di “La manif pour tous” del settembre scorso quando provaste ad impedire una veglia silenziosa in favore della famiglia tradizionale? quello è stato un comportamento liberale e democratico mentre lo strappare i vostri manifesti un atto inqualificabile? io non son mai d’accordo quando si impedisce la circolazione delle idee, qualunque esse siano ma bisogna anche essere un po’ coerenti…. senno si torna ai due pesi e alle due misure…

  23. # giusi

    Allora anche quelli che hanno impedito a Salvini di parlare sono fascisti?O è solo a senso unico questo pensiero?

  24. # Stingary

    Grande 4luglio68!!!! Hai detto quello che tanti pensano!!

  25. # mahh

    Se li saranno strappati da soli per montare il caso. Comunque è la dimostrazione che non serve nessuna legge visto che il fatto è già reato, senza il bisogno di altre leggi.

  26. # QuartieriNord

    Strappare i manifesti, tanto piu’ richiamanti valori e principi costituzionali, non e’ esercizio della liberta’ di pensiero, ma e’ un atto violento e antidemocratico.

  27. # asta siempre

    e chi scrive “deficente” per ben 3 volte è un ignorante che non conosce la lingua italiana

  28. # liburnico

    dai modi di fare di molti Livornesi, sembra una citta’ fascista convinta di essere comunista!

  29. # luca63

    Robinhudde.Ma quando dici che potrebbe succedere qui …Non ti rendi conto che ormai ti devi quasi scusare di non essere omosessuale ? Dove e’ l’omofobia ?Sono contro la discriminazione ma mi e’ venuto a noia anche il vittimismo.In nome del politicamente corretto si parla di fare propaganda gay nei confonti dei minori,giustamente VIETATA da Putin.Prossimo passo qual e’ ?Vietare il matrimonio tra due persone di sesso opposto?Ieri attivisti gay hanno strappato ad un chiosco(quindi proprieta’ privata )un cartello dove si diceva semplcemente “Difendiamo i nostri figli dai gay”,dato che favole e raccontini servivano per fare propaganda verso dei piccoli.Per me e’ uno strisciante e viscido lavaggio del cervello nei confronti dei piccoli.Se lo strappano a loro qualche manifesto,pace.

  30. # claudia

    no se strappi i manifesti e sei comunista sei un ganzo…

  31. # enzo bilanceri

    la libertà di diffusione del pensiero trova i suoi limiti nel disegno costituzionale della nostra società; tanto è vero ch è espressamente vietato e punito, nella carta costituzionale stessa il tentativo di ricostruzione del partito fascista, norma tuttora vigente..Non si può consentire che gli antidemocratici tutti usino gli strumenti della democrazia per distruggerla e l’ art.3 della costituzione garantisce i diritti di tutti senza distinzione di SESSO, RELGIONE, RAZZA ecc. TRovo pertanto legitima, legalmente e moralmente l’ opposizione a chi contrasta anche in maniera violenta e provvocatoria questi valori. Posso capire che criteri di opportunità , legati alla capacità intellettuale dichi abbiamo di fronte ci inducano a forme di convincimento soft piuttosto che azioni coecitive, ma a fronte di persone culturalmente avvertite tolleranz zero

  32. # enzo bilanceri

    la libertà di diffusione del pensiero trova i suoi limiti nel disegno costituzionale della nostra società; tanto è vero ch è espressamente vietato e punito, nella carta costituzionale stessa il tentativo di ricostruzione del partito fascista, norma tuttora vigente..Non si può consentire che gli antidemocratici tutti usino gli strumenti della democrazia per distruggerla e l’ art.3 della costituzione garantisce i diritti di tutti senza distinzione di SESSO, RELGIONE, RAZZA ecc. TRovo pertanto legitima, legalmente e moralmente l’ opposizione a chi contrasta anche in maniera violenta e provvocatoria questi valori. Posso capire che criteri di opportunità , legati alla capacità intellettuale dichi abbiamo di fronte ci inducano a forme di convincimento soft piuttosto che azioni coecitive, ma a fronte di persone culturalmente avvertite tolleranz zero
    – See more at: http://archivio.quilivorno.it/news/manifesti-stop-omofobia-deturpati-nella-notte/#comment-160835

  33. # Mi fai ride

    We are unstoppable!! Aprite un po’ la mente vai!

  34. # amaranto67

    voi chi scusa? ti riferisci alla categoria omosessuale? per me potete fa cosa volete purché lo facciate nel vostro e senza volerci convincere che l’eterosessuale è demodè….

  35. # luca63

    Non e’ questione di aprire la mente,prima esisteva davvero la discriminazione e l’odio per gli omosessuali.Un odio feroce, trasversale,al di la’ del colore politico,dell’eta’,della classe sociale.Ed era uno schifo.Ma adesso si va in senso opposto.Non considero fare propaganda gay, nemmeno troppo velata,ai bambini ,una manifestazione di apertura mentale.E anche le carnevalate di chi si atteggia a vittima sacrificale quando ormai (giustamente)non lo e’ piu’,fa piuttosto sorridere.

  36. # è vero

    Perchè non andate in Siria,Libia,Pakistan ad attaccare questi manifesti visto che tenete al riconoscimento dei diritti….e la dovete smette con queste buffonate..i soldi spendeteli per chi veramente ha bisogno….i tacchini…

  37. # Luca Arcigay

    #Per Amaranto67
    Per quanto riguarda Salvini a Livorno noi di “Rainbow” non c’eravamo, questo perché crediamo fermamente nella libertà di espressione altrui anche se alcune volte non condividiamo i concetti.
    Per quanto riguarda la manifestazione o meglio la veglia del 14 settembre 2014 in Terrazza Mascagni della Manif Pour Tous, si è creata liberamente una contro manifestazione svoltasi, appositamente per rispettare la libertà di espressione, in piazza San Jacopo in Acquaviva ( Zona Baracchina Bianca ). Il corteo pacifico di circa 400 persone, formatosi successivamente, si è fermato intenzionalmente all’angolo iniziale di Piazza Modigliani, per rispettare la libertà di pensiero ed evitare scontri inappropriati. Invece per quanto riguarda quel piccolo gruppo in Terrazza Mascagni che ostruiva la libertà di espressione della Manif Pour Tous non né siamo responsabili né condividiamo il loro modo di manifestare. Infatti per il nostro modo di lavorare abbiamo ricevuto un plauso dalla Polizia di Stato di Livorno.

  38. # Nano

    Non ho capito se ci sei o ci fai

  39. # mi fai ride

    Pontificate, pontificate pure su cosa sia giusto e cosa sia sbagliato…..ma tanto gli omosessuali continueranno ad esistere e i prossimi potrebbero essere i vostri figli, nipoti, cugini, fratelli …sai ganzo de’…..testa alta, pancia in dentro e andiamo avanti 🙂

  40. # 4luglio68

    28 Ottobre????? Quella è stata una semplice scampagnata secondo me. Bastavano due randellate e finiva lì, e invece….

  41. # 4luglio68

    E’ il commento più sensato che ho letto.

  42. # amaranto67

    luca io non ho addossato a voi la colpa dell accoglienza riservata a salvini, ho solo chiesto se vi siete ufficialmente indignati (cosa che avrebbe dovuto fare ogni dmeocratico) per la limitazione delle sue liberta individuali (e di quelli a cui interessava sapere cosa aveva da dire) cosi come fate adesso che la “censura” vi tocca da vicino… il fatto di inscenare “CONTRO manifestazioni” è gia per definizione ostativa del diritto di espressione altrui oltre che un tentativo di limitarne le iniziative pubbliche… mi pare che è proprio per sfuggire a queste logiche che il vs movimento si impegna reclamando diritti che a mio modo di vedere sono sacrosanti e che pososno tranquillamente convivere con quelli spettanti alle famiglie tradizionali.

  43. # roberto

    Lo so come si scrive deficiente, povero piccolo komunista dei miei stivali, ma siamo a Livorno, perciò………e comunque all’inizio di una frase si usa la maiuscola, già che ci siamo.

  44. # Quanta ignoranza

    Sono un padre gay! Ebbene si, che scandalo! Sono innamorato di un uomo e sono felice di esserlo. Sono una persona che vive. Cerco di essere il miglior padre possibile e e do il meglio per essere un uomo degno di essere tale. Mi spiace leggere commenti di tanti che non sanno quello che dicono. L’omofobia è una forma di razzismo, è dolorosa per chi la subisce e penosa per chi l’applica. Auguro a tutti coloro che vivono la loro vita canonica di non nascondersi verso idee solo per odiare il prossimo e chi è in posizione sociale più svantaggiata… perché alla fine di questo si tratta… solo odio.

  45. # corinna

    Intanto la redazione democraticissima non pubblica i miei commenti…ovviamente non sono a favore dei gay…fatevi un giro magari notturno per le chat dedicate al sesso e guardate chi le frequenta e con quali bei comportamenti…non vi basta l’esempio della lobby gay dei preti?

  46. # gc

    e te come fai a sapere che d notte le chat sono piene di frequentatori gay–‘ spiegacelo un po —

I commenti sono chiusi.