Livorno-Calambrone in bici? “Mission impossible”

Mediagallery

Mi rendo conto che quello che pongo è un problema secondario rispetto ai grandi problemi che affliggono la nostra città, ma vorrei avere una risposta dalle amministrazioni livornese (in primis) e pisana (se vogliono). Non so infatti se si sono mai posti il problema, da quando è stato chiuso il passaggio a livello in via Da Vinci, di come fanno i cittadini labronici a raggiungere i lidi pisani senza fare il giro del mondo o contravvenire al codice della strada. Sto parlando di chi viaggia on con la bicicletta o quelli che hanno un ciclomotore di cilindrata inferiore ai 150cc.
Pongo il problema perché vedo giornalmente bici e cinquantini nell’ultimo tratto della FI-PI-LI e mi sembra pericoloso.
Attendo fiducioso una risposta.
Franco Fantappiè

Riproduzione riservata ©