“La mia odissea in treno, come Pisa-Kenya”

Mediagallery

A volte un viaggio in treno può diventare una vera e propria odissea, specialmente se i chilometri da percorrere non sono pochi e soprattutto se nel mezzo ci mettiamo il maltempo e le linee ferroviarie interrotte. Questa è la lettera di una nostra lettrice che ci ha inviato dopo aver trascorso, ieri mattina giovedì 5 marzo, ben sei ore di treno, con moltissimi disagi, per arrivare da Asti a Livorno, quando di media solitamente si impiega la metà del tempo per percorrere questa tratta.

Ecco la lettera di Daiana: 

Viaggio odissea. Rinnovo con ardore il mio disappunto per Trenitalia. Partenza alle 6 da Asti e arrivo a Genova in orario (ottimo, se non fosse per i ragazzini delle superiori che non ti fanno dormire sul treno). A Genova le prime avvisaglie: treno in arrivo da Livorno che viaggia con 120 minuti di ritardo. “Sarà un caso – spero – sicuramente ci sarà stato il solito problema tecnico (che avviene praticamente sempre)”. Ma la mia speranza svanisce veloce. L’altoparlante comunica che i treni a lunga percorrenza tra Massa e Viareggio potranno subire ritardi o soppressioni. Il ritorno verso casa, capisco subito, si complica. Il mio treno, proveniente da Milano, arriva nonostante tutto con i 10 minuti di ritardo canonico. Salgo felice sul treno (nonostante una signora nella mia carrozza non dialoghi ma urli) e passa lui: il capotreno.”Buongiorno, volevo chiedervi dove siete diretti. Molto probabilmente dovrò farvi scendere a la spezia e farvi proseguire con un pullman. La linea purtroppo è stata interrotta per danni causati dal maltempo e una bomba”. Ah, certo – penso – non sanno più come scusarsi dei soldi che spendiamo per treni inutili e ora ci mettono anche le bombe di mezzo. Fatto sta che solo all’ultimo minuto ci fanno scendere a Spezia e, guarda caso, non ci sono bus ad attenderci (ma io non ci avevo mai creduto), ma solo un treno che parte per pisa – ma la linea non era interrotta? E il nostro treno non portava a Livorno centrale? Morale: pagando fior di soldi mi sono ritrovata a dover fare due cambi e ad arrivare a casa in ritardo. Come se Asti-Livorno fosse più lunga della tratta Pisa-Kenya! Sei ore di treno! Grazie Trenitalia.

Daiana

Riproduzione riservata ©