Giusto multarmi ma…. La municipale risponde

Mediagallery

Il 30 ottobre in via Marradi proprio davanti al Banco Popolare di Lucca Pisa Livorno ho parcheggiato due secondi la macchina in divieto di sosta (indubbiamente sbagliando). Immediatamente arrivano i vigili con carro attrezzi. Io mortificata mi scuso e gli dico che avrei levato subito la macchina (il vigile non aveva ancora iniziato a scrivere), ma lui con freddezza mi chiede i documenti e mi dice che avrei dovuto pagare una sanzione per divieto di sosta e fin li tutto ok ero nel torto marcio! Poi mi dice di pagare il carro attrezzi ed io sbalordita gli dico che purtroppo non avevo tutti quei soldi dietro e che gli avrei lasciato i documenti andando subito da mio marito a prenderli. Il “Sig.re ” vigile mi dice che non gli interessa o pago subito o mi porta via la macchina lasciandomi a piedi con mio figlio in collo di 11 mesi. Ripeto, la macchina lì non dovevo lasciarla ma quello che proprio non tollero è la mancanza di buon senso e di tenerezza davanti ad una donna con un figlio piccolo. Non è per la multa e per i soldi ma è un fatto morale poiché quest’uomo non mi dava la possibilità di andare a prendere i soldi, fregandosene di mio figlio. Invece di fare i “grandi” e di approfittare della loro divisa perché non controllate più le zone dove è pieno di delinquenti. Come ho risolto la situazione? Per fortuna c’era una mia amica che mi ha prestato i soldi.

Martina

La risposta della Municipale – Le Ditte di carro attrezzi, una volta attivate, devono essere pagate nel momento della prestazione del servizio. Se il proprietario sopraggiunge prima dell’ultimazione della rimozione, può recuperare immediatamente l’auto pagando SUBITO il solo costo del servizio per mancato aggancio (come nel caso della signora). Se il proprietario non paga subito, l’operatore del carro attrezzi è legittimato ad ultimare la rimozione ed il proprietario potrà recuperare il veicolo successivamente presso la sede della Ditta , previo pagamento, corrispondendo l’intero costo della rimozione. Si precisa che l’agente di Polizia Municipale non può derogare a tale procedura che regola un rapporto tra soggetti privati. Quindi se la signora non avesse pagato subito la cifra inferiore per il solo mancato aggancio, avrebbe necessariamente dovuto recuperare successivamente il veicolo presso la sede della Ditta pagando la cifra superiore corrispondente alla rimozione. Si ricorda che le donne incinte e i nuclei familiari con bambini al di sotto dei due anni possono parcheggiare i propri veicoli in tutte le ztl, zsc e spazi rosa esponendo l’apposito permesso.

Il Titolare Posizione Organizzativa Sezioni Territoriali Sicurezza e Mobilità Dr.ssa Michela Pedini

Riproduzione riservata ©