Che fine ha fatto il progetto di area verde a Corea?

Mediagallery

Qualche anno fa, in zona Corea, tra via Coltellini e via Don Davide Albertario, il comune attraverso la circoscrizione, recinto un tratto di spazio incolto, con cartello e iniziò una serie di lavori con tracciatura di viottoli e camminamenti atti a divenire ben presto un aerea attrezzata a verde pubblico. Quest’aera ancora delimitata con cancello e lucchetto è divenuta di nuovo terra di nessuno, anche se due volt all’anno viene una cooperativa a tagliare l’erba con trattore e operai, (altri costi che qualcuno paga) facendo naturalmente la gioia dei proprietari della case di via provinciale Pisana, di avere terreno a disposizione per orti, sgambatura dei cani e oasi di verde a loro disposizione, ma non al resto degli abitanti delle vie confinanti. Ma anche nell’altra area prospicente la via Coltellini, prima esisteva un orto a conduzione familiare, cui il comune gli intimò lo sfratto perchè doveva essere costruita una strada di collegamento pedonale diretta tra la via don Davide Albertario e la via Mastacchi, e di altri manufatti. Oggi quest’area è preda dalla vegetazione incolta e dall’uso di appezzamenti di piccoli orti ai soli abitanti di via Mastacchi.
I lavori che sono stati fatti e pagati dalla collettività a che cosa sono serviti? Perchè lasciare ancora cosi le cose? Se l’area verde non si fa più, perchè tenerla chiusa con cancello e lucchetto?

Beppone

Riproduzione riservata ©