Lega Consumatori: annullata bolletta da 6mila euro

Mediagallery

Con l’annullamento di una bolletta pazza di quasi € 6.000 si chiude per Lega consumatori Livorno un anno di successi veramente eccezionali. Ieri infatti si è recato al nostro sportello di Scali d’Azeglio, 40 un utente che un anno fa aveva ricevuto la bolletta pazza da parte di Asa per annunciarci, visibilmente emozionato, che la fattura era stata annullata, grazie al ricorso che Lega consumatori aveva promosso presso l’Autorità idrica Toscana.
All’inizio dell’anno altra grande vittoria per i consumatori livornesi. Ato 5, organismo di controllo delle acque, accoglieva un nostro ricorso contro Asa e stabiliva in sostanza che un abitante delle case popolari non poteva avere sulla bolletta una tariffa “non residente” e ha quindi obbligato Asa a rimborsare 7 anni di differenza. Nella fattispecie il consumatore non si era accorto della differenza, anche perché la visibilità della tariffa nella prima pagina della bolletta è di recente istituzione, e aveva pagato per 7 anni la tariffa non residente, che è più gravosa rispetto a quella residente.
Per finire ricordiamo l’altra grande vittoria: essere soggetto capofila del progetto “Livorno di tradizione ebraica a Expo 2015” che a giorni sarà definito nei minimi dettagli da parte degli enti preposti.Una vittoria anche per la città. che vedrà rappresentata una parte della sua storia culturale ed enogastronomica a Milano alla grande esposizione universale sul cibo e la cultura che gira attorno ad esso. Di questi giorni è la risposta dell’ambasciata israeliana in Italia che ha molto apprezzato il progetto e si rende disponibile a offrire i propri spazi a Milano per la diffusione del cacciucco, le triglie, il merluzzo e gli altri piatti livornesi di tradizione ebraica. A tal proposito è alla viste un progetto sulla corretta e sana alimentazione, in collaborazione con il giornalista enogastronomo Claudio Mollo di cui poi sarà data ampia diffusione a mezzo stampa.

Dr. Andrea Raiano, presidente Legaconsumatori

Riproduzione riservata ©