Da rivedere la raccolta porta a porta in Venezia?

Mediagallery

Dopo ormai 16 mesi di raccolta porta a porta nel quartiere Venezia è d’obbligo trarre delle conclusioni concrete.
Si legge spesso sui giornali dei risultati ottenuti grazie al metodo intrapreso , belle cifre e numeri incoraggianti. Domanda: rispecchiano la realtà? E se si, ne vale la pena? Non occorrono urgenti modifiche? Parlando con gli addetti del settore sul territorio,abitanti e negozianti, sembra proprio di si.
Ma Aamps che ne pensa? Tantissime segnalazioni fatte senza nessun intervento ,
reclami andati a finire nel dimenticatoio, richieste specifiche mai esaudite,vogliono forse dire che è giusto avere sporcizia per strada ogni santo giorno? Gabbiani ovunque che mangiano dall’immondizia! Deiezioni di cane gettate nei contenitori dei residenti che poi dovrebbe tornare in casa o negozio perché il passante , per chilometri , non trova un cestino! Buste divelte con l’immondizia che arriva a cadere nei canali! Ma tutto questo rientra in una logica normale di servizio (pagato caro) al cittadino? E l’Asl, che posizione ha riguardo tutto ciò?
Un residente del quartiere

Riproduzione riservata ©