Auto sulle strisce urtata da non vedente

Mediagallery

Cara redazione,
domenica mattina, stavo sistemando alcune cose in macchina, a un certo punto una gran botta. Esco dall’auto e noto un signore anziano in terra (guarda qui un’altra sosta selvaggiaguarda qui un’altra sosta selvaggia). Mi sento in dovere di aiutarlo, prendo e lo tiro su. Mentre faccio questa operazione mi accorgo che cerca qualcosa, il suo bastone bianco… è cieco. Glielo prendo e lo accompagno fino al prossimo incrocio in via del Vigna, gli chiedo se lo devo accompagnare a casa, mi dice faccio da solo e mi ringrazia in maniera molto gentile. Ok convinto lo lascio andare. Perché è caduto? Semplice, per scansare l’auto che era stata lasciata sull’attraversamento pedonale. Certo mi chiedo quale mancanza di educazione civica e mancanza di rispetto per il prossimo si possa fare per comportarsi in modo del genere.
Abito in quelle zone, il parcheggio è difficile e il più delle volte mi faccio un bel po’ di metri a piedi e con un bambino in braccio proprio per evitare di mettere la macchina in maniera tale che possa recare disagio. altrui. Non ho capito sinceramente se sbaglio io o sbagliano gli altri. In via Niccodemi infatti è diventata routine sbattersene del proprio ed essere più furbi. Ed ecco che dove è caduto quel signore, si continua a parcheggiare nonostante sia stato chiesto al Comune di fare controlli o di inserire barriere architettoniche in maniera da evitare il parcheggio sull’attraversamento pedonale. Non chiedo il divieto del parcheggio in seconda fila, o dove non si può, ma magari lasciare il passaggio a chi ne ha più bisogno diventa un senso civico e un dovere da cittadino. Mi auguro che chi di dovere, riesca a far rispettare ALMENO queste regole.

Stefano M

Riproduzione riservata ©