“Grazie pronto soccorso. La mia storia”

Mediagallery

Gentile Redazione QuiLivorno.it, volevo segnalarvi quanto mi è accaduto in questi giorni all’ospedale di Livorno. Martedì 7 aprile, dopo aver perso i sensi e avuto spasmi convulsivi durante la mia attività lavorativa (grande distribuzione) vengo portato in ambulanza al pronto soccorso di Livorno entrando come codice giallo. Dopo la prima visita di rito vengo messo in sala di attesa. A quel punto uno penserà: “quanto dovrò aspettare….. Ci faremo notte……etc.etc.”. Invece devo dire che, nonostante le molte urgenze che si susseguivano volta volta, sono stato trattato con molta professionalità e riguardo da parte di tutti i dottori ed infermieri i quali, si sono preoccupati di seguirmi in ogni spostamento e nelle molte analisi che ho fatto, mi hanno sempre aggiornato su tempi di attesa e si sono dimostrati non solo competenti ma a parer mio anche molto rapidi nei limiti del possibile. Ripeto che sono arrivati 8 codici rosso dopo il mio ingresso. Fatti tutti gli accertamenti fortunatamente negativi, la dottoressa di neurologia di comune accordo con il medico di turno al pronto soccorso, decidono di ricoverami per la notte per sottopormi a nuovi esami il giorno dopo. Ed anche in questa circostanza sono stato sempre seguito con gentilezza e competenza con tanto di visita finale eseguita del primario che, facendo le ultime valutazioni mi ha dimesso.
Questo solo per dire che molte volte leggo articoli o sento persone che continuamente sì lamentano del nostro ospedale quando a parer mio c’è molta professionalità da parte di tutti.

Lettera firmata

Riproduzione riservata ©