Certi episodi devono finire, chiediamo più sicurezza

Mediagallery

L’11 novembre mentre tornavo da Pisa con il treno, uscendo dalla stazione in Piazza Dante noto un uomo senza maglia, con una bottiglia di super alcolico in mano in forte stato di agitazione. Il livornese medio ovviamente, lo riprende per farlo vedere agli amici al bar senza preoccuparsi di fare niente tranne qualche persona che cerca di parlarci mettendo a rischio se stesso. L’uomo in forte stato di agitazione lancia la bottiglia ormai finita, raccoglie i vetri e inizia a tagliarsi le braccia e il petto. Per fortuna qualcuno decide di chiamare la polizia e l’ambulanza mentre altri continuano a fare foto e ridere. Alla fine dove aver dato un calcio a una macchina e intimorito i passanti intervengono tre pattuglie della polizia, due della municipale, un’ambulanza e addirittura l’esercito. Questi fatti si ripetono sempre con maggiore frequenza, specie in zona stazione, dove i presenti segnalavano che non era la prima volta che lo stesso uomo dava spettacolo di se in quel modo. A questo punto è necessario che qualcuno, il Comune, il Questore,il Prefetto faccia qualcosa. La stazione è una zona frequentata da moltissime persone ogni giorno,bambini,ragazzi,donne incinte,persone anziane,turisti e non è possibile che sia lasciata al degrado più totale. Questa volta è andata bene, poiché la bottiglia non ha colpito nessuno ma non sempre potrà andare così. Io come tutti i cittadini chiediamo maggiore sicurezza specie in questi luoghi sensibili frequentati da moltissime persone. E voi che ridevate e facevate video,vi ricordo che una chiamata non costa niente e può far del bene.

Francesco

Riproduzione riservata ©