Campo da golf a Banditella, si apre il cantiere

Mediagallery

Se ne era parlato molto nei mesi scorsi: nascerà un campo da golf in Banditella. Posti di lavoro in più, critiche a destra e a sinistra, una Livorno dunque divisa in pro e contro. Adesso sembra che i lavori per la struttura siano partiti, come scrive Francesco Renda del Partito di Rifondazione Comunista (Sezione Livorno Sud) e al riguardo l’esponente politico esprime alcune perplessità, tra cui quella nascosta nella domanda: “Che fine ha fatto l’annunciato finanziamento ministeriale di 700.000 euro per la diffusione della pratica sportiva da dirottare sul campo da golf. Davvero è stato ottenuto e sarà erogato? Andrà il sindaco di persona dai nostri ragazzi vogatori a dire che il Comune ha speso tutti i soldi per far giocare i privilegiati a golf e che non ce ne sono più per le cantine e le gare remiere”?.

Ecco la lettera integrale – “I lavori per la costruzione del campo da golf in Banditella si sono improvvisamente materializzati, l’annuncio dell’operatività della struttura nel 2015 e del conseguente inizio dell’impatto sull’area sembrano quindi essere stati mantenuti dalla proprietà. Rifondazione Comunista e molti altri cittadini e cittadine livornesi assistono perplessi al silenzio che la nuova giunta comunale ha mantenuto sull’intera vicenda. Nonostante la questione sia stata sollevata a più riprese, da Palazzo Civico non è ancora arrivato nessun segnale che lasci intendere che il progetto sia stato almeno esaminato.
Vigileremo sull’andamento dei lavori e sul mantenimento delle promesse fatte in fase di presentazione del progetto, ma una cupa ombra si allunga su tutta l’operazione del Golf Club Livorno: Prima il ricatto occupazionale dei lavoratori della Labronica Corse, che a quanto ci risulta non sono stati ancora assunti dalla proprietà, poi l’invasione del territorio definito dall’ex sindaco Cosimi “in stato di abbandono” ma per colpa di chi, dato che il terreno è comunale, non è dato sapere, ed infine le velleità ecologiche che, associate ai campi da golf, farebbero inorridire anche il più moderato ambientalista.
Noi non ci stiamo, e ribadiamo che le questioni sollevate dalla nostra lettera aperta a Nogarin non contengano nessun carattere sovversivo. Dal sindaco M5S ci aspetteremo di sapere che fine abbia fatto l’annunciato finanziamento ministeriale di 700.000 euro per la diffusione della pratica sportiva da dirottare sul campo da golf. Davvero è stato ottenuto e sarà erogato? Andrà lui di persona dai nostri ragazzi vogatori a dire che il Comune ha speso tutti i soldi per far giocare i privilegiati a golf e che non ce ne sono più per le cantine e le gare remiere? Possibile che di fronte all’annunciata trasparenza totale del Movimento 5 Stelle si opponga tanta oscurità? Siamo certi che i lavori procederanno in maniera più che spedita e ci auguriamo che la nuova amministrazione, una volta risvegliata dal torpore che l’affligge, governi l’operazione a vantaggio di tutti i cittadini e le cittadine livornesi”.

Francesco Renda
Segretario PRC – Livorno Sud

Riproduzione riservata ©