Basta, aprite la bretella di Salviano

Mediagallery

Non si può attendere ancora. E’ assolutamente necessario completare la bretella stradale di Salviano (collegamento diretto tra via dei Pelaghi, via Impastato, via del Levante) nei tempi più rapidi possibili. Il Comune faccia la sua parte a tutela degli interessi collettivi realizzando in prima persona l’investimento. Il completamento della “ bretella stradale “ di Salviano (collegamento diretto tra via dei Pelaghi – zona contigua alla Motorizzazione civile, via Beppino Impastato, rotatoria di via del Levante) non è più rinviabile. Oramai sono anni e anni che si attende la costruzione di questo tratto stradale assolutamente necessario per migliorare e razionalizzare la mobilità e il traffico non di una sola via, ma di un’ampia zona territoriale; per determinare un più alto livello di sicurezza e di tranquillità a beneficio di tutti i cittadini; per abbassare il tasso di inquinamento acustico e ambientale. Sappiamo bene che in base alla Convenzione che disciplina il progetto edilizio e urbanistico di Borgo di Magrignano ( ricordiamo che si tratta di una lottizzazione di iniziativa privata ) la costruzione di alcune importanti opere stradali – tra cui la “ bretella di Salviano “ – è stata affidata, a scomputo degli oneri di urbanizzazione, al Consorzio di imprese su cui ricade la responsabilità della presentazione e della realizzazione del progetto stesso. Con molti anni di ritardo il Consorzio di imprese ha costruito solo una parte della “bretella”, poi i lavori purtroppo sono stati interrotti. Oramai sono fermi da alcuni anni. Manca in particolare il ponte sul Rio Maggiore che è parte integrante della strada. Quindi la “bretella” non c’è ancora. Nonostante la Convenzione. Nonostante il molto tempo trascorso. Tutto questo è obiettivamente inaccettabile poiché di tempo ne è passato anche troppo e la mancata costruzione della strada contrasta in termini non più sopportabili  con elementari esigenze di mobilità, di sicurezza e di salvaguardia ambientale. La principale responsabilità della mancata costruzione (completa e funzionale)  della strada di collegamento in questione ricade sicuramente sul Consorzio di imprese la cui crisi ha da tempo determinato contraccolpi seri anche in rapporto alla realizzazione complessiva del progetto Borgo di Magrignano. Deve essere però aggiunto – ai fini di una corretta valutazione delle cose –   che la Convenzione Borgo di Magrignano se, da una parte, evidenzia le responsabilità del soggetto privato attuatore; dall’altra parte non annulla affatto le responsabilità politiche e amministrative del Comune. Al contrario queste ultime restano integre. Al Comune spettano compiti di controllo sostanziale e formale, di indirizzo generale, di vigilanza affinchè vengano effettivamente realizzate tutte le opere previste sia per quanto riguarda le residenze, sia per quanto riguarda le aree di servizio e le infrastrutture come le strade.

Sulla base di queste considerazioni chiediamo quanto segue:

1.   La realizzazione della “ bretella di Salviano “ deve avvenire davvero il più rapidamente possibile, senza più alcun rinvio che oggi diventerebbe una chiara provocazione contro i cittadini e il buon senso; occorre pertanto un segnale chiaro con la ripartenza dei lavori entro la fine di quest’anno;

2.   Il Comune di Livorno, verificata in pochi giorni e in modo stringente la situazione dei lavori e degli impegni, di fronte alla evidente impossibilità a procedere – già manifestata nei fatti e da tempo – da parte del soggetto privato sottoscrittore della Convenzione per il Borgo di Magrignano, deve intervenire direttamente e senza indugi, con proprie risorse finanziarie, per il completamento della “ bretella stradale “ assumendo le necessarie misure compensative in rapporto a quanto oggi previsto dalla Convenzione;

3.   Il completamento della “ bretella di Salviano “, quindi, deve configurarsi come una priorità assoluta per il Comune di Livorno.

Al fine di raggiungere gli obiettivi concreti indicati in questo documento diventa indispensabile una forte e rinnovata iniziativa dei cittadini e di tutte le forze disponibili non solo della zona immediatamente interessata, ma dell’insieme del territorio. Il Circolo del PD Enrico Berlinguer ( Salviano – La Leccia ), anche a seguito del dibattito pubblico su questi temi svoltosi sabato 26 Settembre all’interno della nostra Festa de l’Unità, intende sviluppare una estesa e permanente iniziativa politica sulla questione della “ bretella di Salviano “ prevedendo sin da ora la convocazione di una Assemblea pubblica entro questo mese di Ottobre presso la Casa del Popolo di Salviano a cui, oltre a tutti i cittadini interessati, saranno  invitati l’Amministrazione comunale di Livorno, i gruppi consiliari, le diverse rappresentanze, le forze sociali e le associazioni locali del nostro territorio ( a questi soggetti verrà inviato immediatamente il presente documento ).

Il Comitato Direttivo del Circolo del PD Enrico Berlinguer  (Salviano – La Leccia)

Riproduzione riservata ©