Ballantini: “Ecco perché dovete andare a vedere Mumble Mumble”

Mediagallery

Invito tutti i livornesi che amano il teatro, ad andare a vedere venerdì 5 al teatro “Il Grattacelo”, Emanuele Salce in ” Mumble Mumble “confessioni di un orfano d’arte.
E’un monologo che mi ha stregato da subito per la forza del protagonista, che sviscera la sua vita complicata di strano doppio figlio d’arte (di Luciano Salce, suo padre e di Vittorio Gassman compagno di sua madre) con una fredda maestria incredibilmente sincera e involontariamente commovente.
Tutto quello che racconta è vero, ed io che gli sono amico, anche se non ci frequentiamo quasi mai (ma questo è un mistero che prima o poi capiremo) posso assicurarvi che ogni volta che rivedo questa sua opera di formazione (che lo accompagnerà per sempre) penso , piango e rido.

E’uno di quegli spettacoli che si vanno a rivedere portando qualcuno.

Dario Ballantini

 

Riproduzione riservata ©