La “A” di Spagnoli ancora deturpata. Sempre più scritte sull’opera

Mediagallery

La grande A di piazza Attias continua ad essere presa di mira dai vandali. Le scritte sull’opera di Renato Spagnoli infatti aumentano di giorno in giorno.  Così quello che doveva essere un monumento donato dall’artista alla città è divenuto, di fatto, oggetto di writers che con bombolette e pennarello si divertono a deturpare la maxi lettera dell’alfabeto che fa bella mostra di sé in mezzo ad una delle piazze più frequentate dai livornesi.

A segnalarlo a Quilivorno.it un nostro lettore, Paolo Mura. Ecco la sua lettera.
“Gentile redazione, come possiamo vedere la grande A d piazza Attias è come sempre oggetto di varie scritte. Queste che ho immortalato sono le ultime che purtroppo ci tocca vedere. Un’opera questa donata da Renato Spagnoli alla sua Livorno, che non fa altro che stare lì buona buona. Allora perché continuare a deturparla con scritte e disegni che non sono consoni non solo a questa opera ma a nessun’altra? Ricordo che dopo poco tempo che fu inaugurata qualcuno fecce un piccolo segno e si gridò subito allo scandalo. Adesso è meta di bombolettari spray, oggetto di acrobazie su pattini e chi ne ha più ne metta. Ma la piazza, come dicono, non è controllata da videocamere? O sono solo delle scatole vuote, modello sagome di cartone che servono solo per intimorire ma dopo che si è capito il tutto si continua a fare ciò che si vuole tanto si rimane impuniti? Mettere un freno a tutto ciò non è possibile?”.

 

 

Riproduzione riservata ©