Atti di vandalismo alle Gramsci. La condanna di Stella Sorgente

Mediagallery

La vice sindaco Stella Sorgente esprime così la propria condanna per gli atti di vandalismo compiuti la notte scorsa nell’edificio della scuola Gramsci di Coteto, in via Campania:
“In merito agli atti di vandalismo compiuti la notte scorsa alle scuole primarie Gramsci da parte di sconosciuti, desidero esprimere a nome mio personale e dell’Amministrazione comunale la più ferma condanna.

Purtroppo, si tratta di un’emergenza che da lungo tempo coinvolge le scuole della città. Episodi come questo si ripetono infatti in modo quasi sistematico alla fine di ogni anno scolastico e durante i periodi di chiusura degli edifici, nei week end e nei periodi di festività. Gli istituti del territorio vengono presi di mira dagli atti vandalici con migliaia di euro di danni che si ripercuotono negativamente, oltre che sulle casse comunali, anche sulla percezione di sicurezza dei cittadini.

Non è possibile tollerare oltre tale situazione e pensare di dovere mettere mano, ogni volta, a soldi pubblici per porre rimedio agli atti inqualificabili di quei pochi che dimostrano di non saper rispettare le più elementari regole di vita sociale e civile.

L’Amministrazione Comunale impegna continuamente energie e risorse per fare manutenzione e curare al meglio le strutture pubbliche, ma basta la bravata di qualcuno per vanificare gli sforzi compiuti.
Sono già in corso i lavori per la pulizia dell’edificio e il ripristino della sicurezza degli ambienti per studenti e operatori. Pur nelle ristrettezze di bilancio stiamo valutando l’adozione di misure straordinarie per tentare di prevenire azioni di questo tipo”.

Riproduzione riservata ©