Ancora uno spiacevole episodio nella turistica Pisa

Mediagallery

Caro Quilivorno.it ti scrivo ancora dopo che ti avevo mandato l’altra settimana due righe riguardanti la pattuglia della polizia municipale di Pisa, perché non mi sono sentito tutelato dagli agenti in quanto un senegalese aveva inveito e offeso me e i turisti che avevo portato alla Torre (clicca qui per leggere al precedente e-mail) , perché non volevano comprare gli orologi contraffatti. A distanza di una settimana non è cambiato nulla diversi senegalesi come da foto continuano a cercare di vendere gli orologi a pochissima distanza dalla pattuglia della polizia vicinissimi alla Torre, davanti alle bancarelle dei souvenir, disturbando e inveendo contro i turisti che non comprano nulla, addirittura seguendoli insistentemente per tutto il percorso che porta alla Torre fino a pochissimi metri dallo pattuglia della polizia che, automaticamente si gira dalla parte opposta.
Piazza dei Miracoli è una porta aperta ai turisti del mondo , mi domando se davvero queste persone devono fregarsene delle leggi italiane fino a questo punto, addirittura i vigili urbani in qualche modo contribuiscono al commercio illegale, ma dove siamo arrivati? Mi chiedo da cittadino che paga le tasse se è mio dovere continuare a pagarle o fare di tutto per aggirare, mi chiedo se milioni di italiani onesti siano invece degli idioti che pagano e basta, vedendo tutti i giorni le forze dell’ordine fregarsene di mantenere un minimo di legalità in piazza dei miracoli un’anno fa quasi tutti le bancarelle della piazza dei miracoli furono multate dai vigili urbani perché oltrepassavano di pochi centimetri lo spazio di vendita mentre proprio davanti a loro decine di senegalesi vendevano orologi e altre cose falsificate. Lascio a voi ogni commento saluti e grazie

Roberto

 

Riproduzione riservata ©