Comune: 3 App per Ztl, bollettini e certificati

Mediagallery

di Filippo Ciapini

MenseLi, SmsCert e ZtlZscLivorno: sono questi i nomi delle 3 “app” gratuite per smartphone lanciate dal Comune di Livorno. “Volevamo agevolare i cittadini”, ha spiegato l’assessore all’innovazione Francesca Martini. “Tutti i servizi che offriamo con lo sportello del cittadino adesso li vogliamo offrire tramite app”, ha aggiunto Graziella Launaro, dirigente dei servizi informativi comunali. Queste 3 applicazioni sono state progettate per i principali sistemi operativi in circolazione, quali Android, Apple e Windows e con una connessione internet attiva garantiranno con pochi clic la possibilità di svolgere funzioni che prima occupavano un notevole lasso di tempo. Con “MenseLi”, infatti, il cittadino potrà conoscere la situazione del pagamento dei bollettini del servizio di ristorazione scolastica inserendo un PIN di riconoscimento generatosi dalla registrazione presso la piattaforma dello sportello del cittadino (cittadino.comune.livorno.it). “SmsCert”, invece, consente di scaricare e stampare direttamente dal proprio computer di casa un certificato anagrafico a scelta fra i 14 tipi: “Se un cittadino si trova all’estero e per qualsiasi motivo ha bisogno di un certificato grazie a questa applicazione, che lo invia tramite email, potrà riceverlo evitando così di andare all’ambasciata o all’ufficio competente”.
“Per quanto riguarda l’ultima app, ZtlZscLivorno  – spiegano gli sviluppatori – in questo momento è disponibile solo per Android ed è una versione Beta, ossia in fase di costruzione, ma quando sarà ultimata garantirà al cittadino e a qualsiasi altra persona di poter vedere se è in presenza di una Ztl o in una Zsc, evitando così di incorrere in sanzioni”.
“Queste app – conclude l’assessore – sono la base per i servizi futuri. Ne lanceremo sicuramente altre: i nostri tecnici ci stanno già lavorando”. Per qualsiasi informazione al riguardo basta contattare per posta elettronica [email protected]

Riproduzione riservata ©

8 commenti

 
  1. # Marco

    La cosa scandalosa è che chi non può permettersi l’acquisto di uno smartphone non può usufruire del servizio. Ci sono cittadini di serie A e di serie B…

  2. # leonardo

    a parte il fatto che lo smartfone ce lo hanno anche coloro che ogni giorno piangono miseria e colo che vanno alla caritas
    comunque se non lo hai vai in comune e fai la fila

  3. # bricco

    Serviva propio un App per le ZTL perchè i vari cartelli non bastano?poi è un app solo per Livorno perciò si presume che i Livornesi sappiano già di queste ztl,che poi diciamoci la verità ma a cosa servono dove sono state messe?soltanto a concentrare il traffico in un punto.Cmq a parer mio un App inutile come questa potevano risparmiarsela!poi magari faranno anche quella per trovare il parcheggio disabile libero naturalmente per quelli che hanno il tagliando improprio

  4. # ROBE

    Sarei curioso di sapere se effettivamente non ha un telefonino. Oggi con soli 60 € si può acquistare e quasi tutti ne posseggono uno, anche se la maggiorate delle persone si rifiuta di utilizzare tutte le possibilità di semplificare la vita che offre, ma lo acquistano solo per far vedere che sono alla moda!!!

  5. # scoglio della meloria

    A me basterebbe che la Polizia Municipale rispondesse alle mail …. mai una volta! il potere tiene distanti dalla città e dei cittadini.
    Idem con aamps

  6. # basito

    Come è possibile che i servizi informativi comunali, con gli stessi dirigenti di prima, si stiano aggiornando così velocemente? Allora non era colpa della dirigenza come si voleva far credere !

  7. # ale

    il problema è che livornesi non conoscono nemmeno la strada di casa loro!

  8. # chubby66

    E forse ne troverai meno grazie a quelli che useranno l’app

I commenti sono chiusi.