Un defibrillatore alla Finanza e uno al Parco Levante

Mediagallery

Martedì 17 maggio alla Caserma “Russo”, sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Livorno, la Società Volontaria di Soccorso e Pubblica Assistenza (SVS) ha donato alla Guardia di Finanza un “defibrillatore semiautomatico” (donato anche un defibrillatore al Parco Levante, clicca qui per tutte le info)
Il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, Colonnello Paolo Borrelli, ed il direttore Sanitario della SVS del capoluogo labronico, Francesco Genovesi, hanno presenziato ad una sobria cerimonia, durante la quale sono state illustrate le principali caratteristiche del presidio sanitario oggetto della donazione.
Il defibrillatore è astrattamente idoneo a salvare la vita se utilizzato immediatamente nei casi di assoluta emergenza ed in mancanza di personale medico o infermieristico, atteso che la fibrillazione ventricolare è causa rilevante di decessi per arresto cardiaco e la defibrillazione precoce rappresenta, infatti, come noto, il sistema più efficace per garantire la maggiore percentuale di sopravvivenza.
Nel solco della collaborazione tra Guardia di Finanza ed SVS, nata alla fine dell’anno scorso con la sottoscrizione di un accordo, la SVS ha organizzato corsi di formazione alle pratiche rianimatorie BLSD (Basic-Life-Support-Defibrillation) ed in prestazioni di “primo soccorso” rivolti ai militari del Corpo in servizio al Comando Provinciale e nei Reparti del Corpo dislocati in tutta la provincia labronica, con la finalità di permettere ai finanzieri di essere in grado di fornire un primo soccorso sia ai cittadini che agli stessi colleghi. Proprio in quest’ottica, il defibrillatore oggetto di donazione potrà anche essere trasportato a bordo di autovetture di servizio, specie se dirette presso località distanti da poli ospedalieri, per fronteggiare eventuali emergenze sanitarie.

Riproduzione riservata ©