Pronti 25 nuovi posti letto per l’inverno dei senzatetto

Mediagallery

Si amplia in città l’offerta di accoglienza notturna per i senza fissa dimora. Da ieri, 16 dicembre, è entrato infatti in funzione il nuovo S.E.F.A. (Social Emergency First Aid)  in via Terreni, struttura che è in grado di accogliere fino a 25 ospiti, sia uomini che donne.

La struttura di pronta assistenza e accoglienza abitativa temporanea, attiva dal 2000, è stata infatti ampliata e, dalla sede di via Pellegrini dove poteva accogliere solo 8 persone, è stata trasferita nella sede originaria degli ex Asili Notturni in via Terreni, in locali più ampi, in grado di accogliere un numero maggiore di ospiti: complessivamente, come detto, 25 posti letto.

L’inaugurazione ufficiale della nuova struttura S.E.F.A. è programmata per l’11 gennaio prossimo (quando il servizio sarà a pieno a regime) ma, proprio per la sua funzione di far fronte a situazioni di emergenza contingenti – legate anche a particolari situazioni climatiche come l’emergenza freddo – è entrata subito in funzione non appena terminate le procedure per l’affidamento della gestione.
Nel corso di quest’anno si sono svolte infatti le procedure di gara di appalto per la gestione del servizio ed risultata vincitrice ed aggiudicataria per 3 anni, a decorrere dal 1° dicembre, la coop. Sociale Il Simbolo insieme ad SVS Livorno e la cooperativa Humanitas.

Si ricorda che la realizzazione del nuovo SEFA è stata possibile grazie al finanziamento sul POR CReO – FESR 2007/2013 ottenuto dall’Amministrazione comunale nell’ambito del PIUSS “Livorno città delle Opportunità” . I lavori di ristrutturazione per il recupero della struttura degli ex Asili Notturni di via Terreni, facente parte del complesso della Gherardesca, si sono conclusi nel febbraio scorso.
La struttura è ubicata su due piani dotati entrambi di servizi completi, divisi per sesso, e servizi igienici dedicati ai disabili. Oltre ai locali notte, il nuovo SEFA è dotato anche di un ampio locale cucina e soggiorno per consentire la preparazione e la consumazione della prima colazione. Gli ampi spazi ospitano anche un locale adibito a sportello per l’ascolto.

Riproduzione riservata ©