La Canaviglia 2016 andrà alla memoria di Frida Misul

In occasione del Giorno della Memoria, in Prefettura, Nogarin ha annunciato che la Canaviglia 2016 verrà assegnata alla memoria di Frida Misul deportata livornese sopravvissuta ad Auschwitz e scomparsa nel 1992

Mediagallery

In occasione del Giorno della Memoria (27 gennaio) in Prefettura (foto tratta dal sito della prefettura di Livorno) si è svolta una significativa cerimonia sul tema “La scuola e la Shoah”. Nel corso del suo intervento il sindaco Nogarin ha annunciato che la Canaviglia 2016 verrà assegnata alla memoria di Frida Misul (a lei è già dedicata una via della città), deportata livornese sopravvissuta ad Auschwitz e scomparsa nel 1992.
La cerimonia si è aperta con l’esibizione del Coro “Ventura” della Comunità Ebraica, cui è seguita la proiezione del documentario La questione ebraica: il fascismo e gli ebrei .  E’ proseguita con l’esibizione del soprano Francesca Maionchi e di due musicisti dell’Istituto Musicale “P. Mascagni” di Livorno.
Sono seguite letture di brani e riflessioni sull’applicazione delle leggi razziali in ambito scolastico, da parte degli studenti dell’Istituto Superiore “Niccolini Palli“ e della Scuola Statale Secondaria “Mazzini”.
In occasione della cerimonia sono stati esposti numerosi pannelli sulla scuola fascista del 1938 e documenti a testimonianza delle discriminazioni subite dagli studenti ebrei livornesi, oltre agli originali delle leggi livornine, emanate tra il 1591 e il 1593 dal Granduca di Toscana Ferdinando I de’ Medici, allo scopo di incrementare il numero di abitanti di Livorno e garantire lo sviluppo economico della città.

Riproduzione riservata ©