Emergenza abitativa, 340mila euro per nuove case

approvati gli stanziamenti per alcune nuove borse lavoro e per i lavori del secondo lotto degli immobili di proprietà comunale

Mediagallery

Nelle sedute di fine anno la giunta comunale delibera, tra gli altri, gli ultimi interventi del settore sociale. Sono stati infatti approvati gli stanziamenti per alcune nuove borse lavoro e per i lavori del secondo lotto degli immobili di proprietà comunale da destinare all’emergenza abitativa. “La somma destinata all’allestimento dei tre nuovi alloggi – spiega Ina Dhimgjini – ammonta a 340 mila euro. Mi preme sottolineare che questa cifra così significativa è interamente finanziata dal Comune. E’ stata fatta questa scelta per completare al più presto i lavori e quindi per rispondere più velocemente alle necessità di chi è senza una casa. Così rendiamo più forte l’impegno operativo della Giunta nel settore sociale”. I nuovi alloggi, tutti di proprietà comunale, si trovano in via del Cedro nella ex caserma Lamarmora, in via Solferino e in via del Littorale.
Le nuove Borse Lavoro scaturiscono invece dall’ampliamento della convenzione Uepe (Ufficio Esecuzione Penale Esterna) con il Ministero della Giustizia, Dipartimento Amministrazione Penitenziaria. La Borsa Lavoro è una forma di inserimento socio-lavorativo per minori e adulti a rischio. Dai 4.600 euro annui si passerà nel prossimo anno a 5.570. “Questo maggiore investimento – conclude l’assessore Dhmgjini – anche se ci rendiamo conto che non parliamo di grandi cifre, ha comunque un valore sociale notevole, considerato che sono destinate a persone con problemi di reinserimento sociale oltre che lavorativo. Desidero ringraziare altresì tutti gli uffici comunali che stanno continuando l’impegno nella importante raccolta delle domande di reddito di cittadinanza locale che dal momento della pubblicazione (23 dicembre scorso) ad oggi ammonta a ben 245 istanze.”

Riproduzione riservata ©