Da Livorno macchinario in dono a Betlemme

Mediagallery

di Roberto Olivato

Siamo ormai prossimi alle festività natalizie e quasi quotidianamente escono allo scoperto iniziative che diverse associazioni, ma anche scuole materne e gruppi di volontariato, stanno predisponendo per il 25 dicembre. Fra le attività in programma vi è anche quella del “mercatino di Natale” pronto ad inaugurare in piazza Grande l’atmosfera natalizia, che dall’11 al 20 dicembre si respirerà grazie a sfavillanti bancarelle che faranno sgranare gli occhi dei più piccoli e non solo.
Dalla nostra città partirà, in favore dei bambini nati nella stessa città di Gesù, una centrifuga per il laboratorio analisi del “Caritas Baby Hospital di Betlemme” dove vengono curati circa 35000 bambini l’anno. Un macchinario d’importanza vitale per quell’ospedale, perché grazie all’immunoadsorbimentoIgE, così si chiama la tecnica del lavaggio del sangue, si potranno eliminare quegli anticorpi che scatenano le allergie. Ad entrare nei dettagli dell’iniziativa è padre Gabriele Bezzi, parroco della chiesa dei Santi Pietro e Paolo, da diversi anni impegnato nella raccolta di fondi per l’acquisto di attrezzature per quell’ospedale e quest’anno ha ideato l’operazione “Smile 2”: “Sono anni che ci adoperiamo a favore dell’ospedale di Betlemme, unico ospedale pediatrico in Cisgiordania e nella striscia di Gaza. L’anno scorso creammo una play room, dove i piccoli potevano intrattenersi e giocare assieme alle loro mamme. Quest’anno l’impegno è più urgente e più tecnico e pertanto necessitiamo di maggiori contributi, anche perché una parte della raccolta andrà a beneficio dell’Avis di Livorno. Abbiamo diversi appuntamenti cominciando dal 28 e 29 di questo mese col mercatino solidale nella parrocchia dei Santi Pietro e Paolo, l’8 dicembre alle 17 in via Magenta al negozio Rico Running con estrazione lotteria dove saranno presenti i gemelli Dini atleti nazionali, poi il 19 in Largo Duomo con l’Avis ed infine il 24 dicembre alle 22,30 nella nostra parrocchia nel corso della S.Messa”.

Riproduzione riservata ©