Cure Palliative a Cecina. Aperto nuovo ambulatorio

Porfido: “Continua lo sviluppo di una rete sempre più capillare”. Per accedere basta la prescrizione del proprio medico di famiglia

Mediagallery

Presentato questa mattina il nuovo ambulatorio di Cure Palliative. Il servizio, collocato all’interno dell’ospedale di Cecina pur essendo di natura territoriale, si occuperà di consulenze ospedaliere e di utenti esterni. “Con questo nuovo servizio – spiega Eugenio Porfido, Direttore Generale dell’Azienda Usl 6 – continuiamo il progetto di rafforzamento della rete delle Cure Palliative che, lo ricordo, si struttura su tre livelli: un primo legato ai servizi territoriali e domiciliari, un secondo come quello appena attivato su Cecina che offre servizi sia dentro che fuori dall’ospedale e un terzo livello di gestione ospedaliera offerta tramite i posti letto degli hospice presenti a Cecina, Piombino e Portoferraio che fanno riferimento a quello Livornese. Con questo nuovo ambulatorio il servizio diventa ancora più diffuso e capillare su tutto il territorio dell’Azienda Usl 6. Questo non sarebbe possibile senza l’aiuto fondamentale dell’associazionismo e in particolare del professor Aligi Carnicelli, in qualità di presidente dell’Associazione Cure Palliative di Cecina che supporta e indirizza i nostri sforzi”.

Come si accede-  “Per accedere ai servizi offerti dall’ambulatorio che si trova all’interno del Cord (secondo piano, stanza OT17) – diceFranco Berti, Coordinatore sanitario Zona Bassa Val di Cecina – è necessaria la prescrizione del proprio medico curante e la prenotazione, dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.30, di persona o telefonicamente ai numeri 0586-614.328 oppure 0586-614.369. Il servizio sarà garantito, in questa prima fase, per tre giorni alla settimana grazie alla disponibilità del dottor Giovanni Soldano, in qualità di responsabile dell’Ambulatorio Cure Palliative di Cecina”.

Alla conferenza era no presenti, tra gli altri, Giovanna Poliseno, Direttore Presidio Ospedaliero Cecina e Paolo Lucchesi, Direttore Zona Bassa Val di Cecina.

Riproduzione riservata ©