Camera di Commercio: 2 milioni alle imprese

Dalla Camera di Commercio due milioni di euro complessivi come sostegno a fronte di un limite massimo di investimento di 100mila euro per azienda

Mediagallery

di Filippo Ciapini

“Non bisogna parlare di crisi, ma di nuova situazione e se questa è la situazione occorre fare in modo che chi ha voglia di mettersi in discussione esercitando un’attività di impresa abbia ben chiaro come funzioni e di tutto ciò che può accadere”. Cosi il presidente della Camera di Commercio, Sergio Costalli, ha aperto la conferenza stampa sulla nuova misura di sostegno dell’accesso al credito per le imprese. “Non si può rilanciare un’economia basandosi solo sulla pensione del nonno, è necessario del capitale iniziale” continua “Noi nel nostro piccolo abbiamo voluto dare un segnale positivo a coloro che hanno iniziato a prendere un determinato percorso. Ci siamo anche noi”. Dopo il presidente è la volta di Pierluigi Giuntoli, segretario generale della CCIAA e attuale commissario Ad-Acta della nuova camera di commercio della Maremma e del Tirreno, il quale, dopo aver sottolineato come questo sia il secondo caso dopo Padova ha voluto chiarire che, nonostante le risorse per l’ente si siano ridotte del 40%, sono previsti circa due milioni di euro complessivi come sostegno a fronte di un limite massimo di investimento di 100mila euro per azienda.
Non mancano i ringraziamenti finali da parte dei 4 consorzi fidi (Italia Comfidi, Artigiancredito Toscano, Confidi Imprese Toscana e Cooperfidi Italia) rappresentati da Patrizia Giovannetti, Mauro Frangi e Paolo Bagnai. “Vogliamo ripetere nel tempo questa operazione, riteniamo che da parte dell’ente comunale lo sforzo ci sia stato, adesso tocca a noi.” conclude Paolo Pasqualetti. Anche il direttore della Confersercenti Livorno, Alessandro Ciapini, è intervenuto salutando positivamente l’operazione definendola “molto utile per facilitare l’accesso al credito delle piccole imprese”.

Riproduzione riservata ©