Mamma e figlia si laureano nello stesso giorno

Madre e figlia iniziano il percorso di studi assieme ed assieme lo portano a termine laureandosi, udite udite, nello stesso giorno in Scienze della Investigazione all'università dell'Aquila

Mediagallery

di Alessia Forassiepi  e Tommaso Monterosso

Non capita spesso di leggere di una mamma e della propria figlia iscritte allo stesso indirizzo di laurea. Figuriamoci, poi, se capita di leggere che madre e figlia inizino il percorso di studi assieme ed assieme lo portino a termine laureandosi, udite udite, nello stesso giorno. Eppure… capita.
5 marzo 2016. Siamo certi che rimarrà una data speciale, questa, per Dolores Mancini, 50 anni compiuti il 31 gennaio (la mamma), agente di polizia municipale a Collesalvetti e Gioia Perini, 25 anni a giugno (la figlia), poliziotta nella squadra volanti di Chiavari.
Proprio sabato scorso hanno discusso la tesi. Prima la mamma (“solo per una mera questione di ordine alfabetico”, sorride Dolores dall’altra parte del telefono”). Poi la figlia. Entrambe si sono laureate in Scienze della Investigazione all’università dell’Aquila. Punteggio di 93 per Dolores, 96 la figlia. “Ma capite bene – spiega la donna – che quello che conta in questa storia non è il voto. La gioia, immensa, quella più grande, è essere riuscita a portare a termine gli studi con mia figlia”.
Tutto è iniziato per gioco. “Sapevo della grande passione di Gioia per questo settore e quando mi ha detto che la facoltà si trovava all’Aquila da mamma, vista la distanza rispetto a Vada dove abitiamo, non nascondo che mi sono un po’ preoccupata”. Così, per scherzo, Dolores – approfittando anche del fatto che in quel periodo le tasse universitarie erano molto basse per via degli incentivi post terremoto – decide di iscriversi anche lei all’anno accademico 2010-2011. Un percorso non facile fatto di trasferte Vada-Aquila per poter “dare” l’esame assieme. Un percorso segnato anche da momenti non facili. Tra i vari episodi della carriera universitaria, Dolores ricorda con piacere il “ripassare” gli appunti in auto durante i viaggi e gli aiuti che la figlia le dava. Come quella volta in cui, durante un compito di informatica, alla esclamazione del prof “Lanciate il browser” Dolores ha ribattuto: “Lanciare?”. “Sì, mamma intendeva dire di avviare internet”, rispose la figlia facendo divertire tutti i presenti.

L’amica Sabrina – Vorrei fare gli auguri e i miei complimenti a due persone a me care, Dolores (mamma) e Gioia (figlia) che si sono brillantemente laureate in “scienze dell’investigazione” all’Università degli studi dell’Aquila sabato 5 marzo. Non capita spesso, anzi quasi mai, che madre e figlia inizino un percorso di studi inseme ed insieme lo portino a termine. Augurissimi alle mie due care amiche! Si meritano tutto il meglio possibile! Avanti tutta!

Riproduzione riservata ©