Voglia di bicicletta elettrica? Da Bike Store 25% di sconto. Approfittane

INFO numero verde 800 - 942602. Da Bike Store, in via dei Ramai, è possibile inoltre effettuare test di prova

Mediagallery

* articolo redazionale

Stanco di fare la coda in centro? Vuoi cambiare la tua vecchia bicicletta? Cerchi un mezzo rapido e ecologico ora che si va verso la bella stagione? Bike Store, in via dei Ramai al Picchianti, ( numero vede 800 – 942602, www.bikestorelivorno.it e su Fb “Bike Store”) propone fino a marzo sconti del 25 per cento sulle biciclette Atala. Oltre che sulle biciclette tradizionali il 25% è anche su biciclette a “pedalata assistita”,si parte infatti dal modello Ecostreet (come nella foto) che viene proposto a 674 euro, anziché 899.
Acquistando una delle bici con pedalata assistita proposte da Bike Store si potrà contare sul connubio alluminio-litio. Tradotto: il meglio che si possa trovare oggi sul mercato. Basti dire che le prime erano in acciaio e piombo, ovvero pesantissime, (fino a 18 chili per la batteria) e con poca autonomia.
Oltre ad Atala, poi, Bike Store propone una vasta scelta sulle Wayel (prodotte dal gruppo Termal, in collaborazione con l’università di ingegneria di Bologna, hanno un concept e design esclusivamente made in Italy) con batterie fino a 213 km di autonomia e prive di catene. Tra l’altro, proprio le Wayel, saranno presentate da Bike Store al Trofeo Accademia Navale e città di Livorno.

La bicicletta a pedalata assistita (EPAC – Electric pedal assisted cycle, detta anche pedelec o bipa) o più semplicemente e-bike è una bici alla cui azione propulsiva umana si aggiunge quella di un motore. In passato era comune l’uso di un motore a combustione interna, mentre negli ultimi anni i motori sono quasi esclusivamente elettrici.
La bicicletta a pedalata assistita in questa configurazione è molto silenziosa, non ha nessuna emissione inquinante ed assicura qualche decina di km di autonomia usando l’assistenza di un motore elettrico in corrente continua con tensioni da 12 a 48 V, integrato sull’asse di una delle due ruote, spesso su quella posteriore oppure posto anche assiale ai pedali tramite un ingranaggio e la catena di trasmissione. Componente fondamentale di una bici elettrica a pedalata assistita è il sensore di pedalata che ha il compito di comunicare alla centralina se si sta effettivamente pedalando; solo in questo caso il motore può essere attivato, secondo le normative europee. Ne esistono fondamentalmente di due tipi: quelli che rilevano la semplice rotazione dei pedali, e quelli che rilevano lo sforzo effettivamente impresso dal ciclista sui pedali… Curiosità e innovazioni in questo settore delle E-BIKE possono essere apprezzate in via dei Ramai dove è possibile effettuare test di prova… vi aspettiamo.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # cuccy

    Ben vengano le bici a pedalata assistita molto utili per chi ha delle difficoltà a pedalare. Però che siano veramente a pedalata assistita, non come capita di vedere in centro bici assistite a pedali fermi che vanno come schegge con una velocità da fare invidia a un ciclista sportivo. Non fate i furbi, e leggete bene l’articolo soprascritto.

I commenti sono chiusi.