"Torquato contro Torquato", la guerra del 5 e 5 in 80 metri. Il vecchio proprietario cancellerà il nome

Battaglia legale tra le due pizzerie. Ieri il verdetto del giudice che dà ragione ai "nuovi" soci

di gniccolini

Mediagallery

LIVORNO –  La maglietta che portano mentre sfornano pizze e cinque e cinque recita “Gli amici di Torquato” ma, di amichevole in questo scambio di carte bollate e aule di tribunale, c’è davvero poco. “Torquato contro Torquato”, è questa in sintesi la battaglia legale che le due pizzerie di via Provinciale Pisana “Gli Amici di Torquato 2- Da Torquato” e “Giuliana e Torquato” hanno ingaggiato da circa un anno. Due attività identiche (e con praticamente lo stesso nome) a ottanta metri l’una dall’altra. A lanciare il guanto di sfida, incentrato proprio sul diritto di sventolare sull’insegna il nome di Torquato, due soci, Luca Tonci e Michele Mattei che dal maggio 2012 hanno rilevato la pizzeria storica, “con tanto di forno a legna” tengono a sottolineare, che fu del “vecchio Torquato”.
LA STORIA. La storia affonda le sue radici a circa sei anni fa quando il “signor Torquato” vende la sua attività a due soci per dedicarsi a tutt’altro lavoro: l’apicultore. Dopo quattro anni circa a sua volta l’attività ubicata in via Provinciale Pisana al numero 17 viene ceduta a Tonci e Mattei che aprono “Da Torquato- Gli Amici di Torquato 2”. Dopo neanche sei mesi dall’apertura ecco che “il vecchio Torquato” decide di ritornare a far pizze e cinque e cinque prendendo un fondo commerciale a neanche cento metri dal suo originale forno al numero 78. Ottanta passi circa e un marciapiede di distanza. Ed ecco che sull’insegna ricompare il nome “Da Torquato”.
Un nome di troppo che ha fatto scattare la scintilla e ha portato la questione davanti ai giudici. Dopo un primo scambio legale scompare “Da Torquato” e compare “Da Giuliana (la moglie ndr) e Torquato”. Cambiano l’ordine degli addendi ma non il risultato.
LA BATTAGLIA LEGALE. “E’ vero, abbiamo comprato l’attività -commenta Luca Tonci – ma anche il nome. Questo locale mi è costato una certa cifra proprio perché ho acquistato il nome. Senza “Torquato” avrei pagato la metà sicuramente”. E’ con questo spirito che i due soci si sono mossi rivolgendosi agli avvocati Alessandra e Debora Del Secco per aver giustizia. “Abbiamo chiesto fin da subito – prosegue il pizzaiolo – che il nome fosse solo nostro. Per noi è un danno che a neanche ottanta metri il vecchio Torquato abbia voluto riappropriarsi di un nome che, per legge, non gli spettava più dopo anni”.
Così inizia l’iter legale. Prima udienza, ricorso e ora ancora un’altra udienza sempre per un decreto d’urgenza richiesto dagli “Amici di Torquato”. Per farla breve, due giorni fa, il giudice ha dato ragione a Tonci e Mattei. Il “vecchio Torquato” deve togliere il nome dall’insegna, da ogni volantino pubblicitario, da ogni elenco telefonico, da internet…insomma non deve più appropriarsi di una cosa che, secondo il magistrato Azzurra Fodra, non gli spetta. Pena? Ogni giorno di ritardo dal ritiro del nome multa di cinquanta euro.
LA REAZIONE. Un provvedimento, quello del giudice Fodra, che il “vecchio” Torquato non sembra digerire bene. “Non abbiamo bisogno certo del nome – replica da dietro il suo bancone – Se la giustizia italiana poi permette di acquisire una cosa mai venduta…siamo messi bene”. La moglie, accanto a lui, è più laconica. “Che ci vuole scrivere nel suo articolo? Ci scriva qui giace Torquato. Ci hanno tolto il nome è vero, ma la qualità resta, e ai clienti interessa questo e non certo il nome”.
Grande soddisfazione invece a qualche metro di distanza. Davanti al forno in un locale pieno di ragazzi fin dal primo pomeriggio ecco sorridenti Luca e Michele. “Per noi è la fine di un incubo – spiegano insieme – Questa attività la abbiamo messa su per mandare avanti le nostre famiglie e pensare che non si poteva lavorare bene per colpa di questa incomprensione è stato pesante”. “Io mi sono sentito male più volte – spiega Tonci – gastriti, notti insonni, disturbi di ogni tipo. Per me è stato un vero e proprio incubo. Tante volte le ordinazioni non sono state ritirate al nostro locale per uno sbaglio di nome. Adesso finalmente questa storia, grazie al giudice Fodra e ai nostri avvocati Del Secco, finirà una volta per tutte”.

Riproduzione riservata ©

71 commenti

 
  1. # Capitan Nemo

    Al di la dell’aspetto giuridico, che comunque ha visto vincenti “Gli amici di Torquato”, trovo moralmente discutibile riaprire un attività concorrenziale nelle vicinanze di quella che si è appena ceduto. Io comunque la torta la prendo sempre da Luca Tonci e Michele Mattei e mi son sempre trovato bene.

  2. # Ale

    Ganzo lui lì. Prima vende il tortaio e si fa pagà un monte di vaini, poi ci ripensa e riapre un po’ più in là. Ce n’era un’altro a Lucca.

  3. # stefania

    ha ragione quello che ha comprato il vecchio Torquato!! Deh ganzino si dedica alle api poi torna e riapre con lo stesso nome vai vai!! cambia nome mettiti “Armeno c’ho provato!!!”

  4. # LazzarOne

    “Abbiamo chiesto fin da subito – prosegue il pizzaiolo – che il nome fosse solo nostro. Per noi è un danno che a neanche ottanta metri il vecchio Torquato abbia voluto riappropriarsi di un nome che, per legge, non gli spettava più dopo anni”.

    Sono daccordissimo nel considerare un danno e una vigliaccheria la riapertura a pochi metri di distanza ma come si fa ad affermare che il suo nome non gli spetta più? La trovo una cosa veramente ridicola.

  5. # Capitan Nemo

    Non è affatto ridicola se prevista contrattualmente, sottoscritta e approvata dalle parti.

  6. # Primero

    Dice di non aver bisogno del nome ma chissà perché invece c’è lo ha messo e voleva continuare a tenercelo e adesso che glielo hanno tolto definitivamente si lamenta pure… Poi dice che quello che conta è la qualità ed è vero! Infatti io ho assaggiato pizza e torta dai ragazzi e per par-condicio l’ho assaggiata anche da Giuliana e il mio giudizio è che da Giuliana si mangia una torta di ceci che non è niente di particolare ma quella dei ragazzi è davvero favolosa! Poi conta molto anche il forno che dai ragazzi è a legna mentre quello della pizzeria di Giuliana è a misto legna-gas, tanto è vero che infatti, per non far vedere da cosa è alimentato, il forno non è rivolto con la bocca verso i clienti ma lateralmente… E questa cosa la vedo come voler nascondere qualcosa alle persone che si servono da lei. Grandi Luca e Michele!

  7. # stascippa

    l’avviamento glielo hanno pagato….bel il mì torquato…..

  8. # Marco A.

    Mi permetto di fare una appunto: Torquato, a pochi mesi dalla vendita dell’omonima pizzeria, ne aveva aperta un’altra in via Solferino. L’attività è andata avanti per circa due anni senza problemi, fino a che ha deciso di chiudere ed aprire di nuovo in via Provinciale Pisana proprio di fronte alla vecchia attività ceduta. Comportamento alquanto scorretto e giustamente punito dal giudice. Io personalmente, dopo un gesto del genere, non ci andrò più.

  9. # alberto

    OOOHHHHH TORQUATOOOO e sei poino ganzo! Non ti chiami piu’ cosi..ci devi mette un altro nome magari UGO !

  10. # Cla

    Non dovevano neanche dargli il permesso per riaprire in quella via, una volta esisteva una normativa in cui diceva che non si poteva aprire un’attività se nell’arco di un tot di metri nella stessa zona ce n’ era un’altra uguale, e non venivano date le autorizzazioni ad aprire.

  11. # mau

    Sicuramente, Torquato è stato sleale… però tanta responsabilità in tutto ciò è di chi glielo ha permesso, basta prendere i vaini, poi i problemi sono degli alttri….

  12. # Antò

    Comunque tutto sommato mica male come pubblicità. Adesso mi tocca andare ad assaggiare la torta di Luca e Michele visti gli apprezzamenti.

  13. # Federico

    Esempio ingigantito: se compri una grande compagnia di abbigliamento, e quel marchio è conosciuto con quel nome, è un vantaggio riutilizzarlo a tuo favore ma quel vantaggio è anche un costo che è stato pagato sicuramente e nemmeno poco. Altrimenti potresti comprare solamente il fondo con i costi reali di ciò che c’è dentro, materialmente e basta.

  14. # mirko

    Scusa se mi permetto io Marco A. , Torquato in via solferino non ha chiuso nulla, l’ha lasciata al suo socio!
    Grande Rjkj Di Bin

  15. # Fruzzy

    Roba da torta

  16. # SIMONE

    CHIAMATELA “QUELLI DEL CIVICO 79”

  17. # Sbroglio

    […]Se la giustizia italiana poi permette di acquisire una cosa mia venduta…siamo messi bene […]

    Se ha ceduto una cosa sua, dopo che l’ha ceduta non è piu sua.

  18. # daniele

    Comunque…la pizza e la torta di Torquato rimane la numero 1 !!

  19. # Silvia76

    Non sono un avvocato, ma mi sembrava di ricordare che se uno vende per 5 anni non può aprire attività concorrenziali con quella venduta.

  20. # amaranto67

    te lo spiego io come si fa… il problema è che non esiste nessun signor Torquato che possa vantare un diritto naturale su quel nome…. il vero Torquato faceva la torta a Fiorentina 60 anni fa (ci comprava i 5 e 5 mi pa’ da piccino), colui che subentrò al vero Torquato ne ereditò il nome. Non essendo possibile rivendicare il nome per diritto naturale e (come penso) non esistendo clausole relative all’uso del nome “Torquato” nel contratto di acquisto da parte dei nuovi, la norma di riferimento diventa quella sulla base della quale non si può aprire un attività sfruttando il nome di una già esistente, e diventa quindi prevalente il diritto di chi già usa quel nome.

  21. # amaranto67

    la torta la faceva Ricky Di Bin..

  22. # emmme

    E’ proprio roba da torta 😉 !

  23. # brontolo

    allora se viene un altro fantomatico Torquato può aprire un altra pizzeria? E io mi chiamo civili posso aprire un bar? Non vuol dire chi sei, i locali storici ormai hanno il nome come punto di riferimento. Dopo questo oggi mi tocca andare a provare questo 5 e 5 dagli amici di Torquato (se si possano chiamare cosi)

  24. # Confuso

    Io mi servo sempre da Torquato. Quello col nome Torquato sulla tenda. In effetti spesso sono su un marciapiede, ma a volte sono sull’altro. Si ora ho capito. Anche se non ho idea ancora da chi cavolo ho mangiato la torta fino a ieri

  25. # alberto

    io ci sono stato….e son dimorto ma dimorto bravi..e oltretutto c’ho parlato due giovani in gamba , … si sono indebitati per fare qualcosa per conto suo.. con la crisi che c’è in giro …e quello li va a riaprire a 80 metri…MA FALLA FINITA!

  26. # torta di ceci

    siamo a Livorno…da un altra parte l’avevano dato foo, dopo mezza giornata da quando aveva riaperto

  27. # primero

    Sei suggestionabile… Non lo puoi dire perché non è vero, non è così. Obiettivamente ed onestamente va ammesso che la torta della pizzeria da Torquato dei ragazzi è più buona, più gustosa, del colore tipico che deve avere la vera torta di ceci, confrontata da me e da altre decine e decine di persone che conosco. La pizzeria Giuliana ci può mettere tutto l’impegno e la volontà di questo mondo ma gli manca l’elemento fondamentale che fa la differenza: il forno a “legna”! Va da se che un forno a gas non potrà mai competere con il forno a legna… è così, è la realtà dei fatti

  28. # Marcov

    Al di là degli aspetti tecnici del caso mi preme fare una considerazione:

    Torquato ha insegnato l’arte della torta in Via Provinciale e Livorno.
    E tutti lo conoscono per quello da più di venti anni. Non c’è storie che tengano.

  29. # Marco A.

    Hai ragione, mi sono espresso male, volevo dire che non è più a lavorare li. E’ voluto tornare davanti al vecchio negozio…….

  30. # Primero

    Ahahah… Hai scritto Torquato??? Ahahah… E hai scritto Barnard… L’arte della torta…. Ahahah!! Sei di sicuro uno che si serve da lui, parli senza cognizione di causa

  31. # Erik62

    e allora io per un sbaglià vado in tasca a tutti e due e vado da Ricky Di Bin… solo per il nome mi garba 😉

  32. # Erik62

    purtroppo adesso con le liberalizzazioni hanno fatto un casino…

  33. # amaranto67

    concordo, la meglio torta in tutta la zona nord della città.. con tutto ciò l’ha pestata.

  34. # Brontolo

    Erano altri tempi quando tortai a Livorno ce n’erano 5 o 6 era più facile farsi un nome. Pero sull’articolo parliamo di comportamento sleale e di un nome che non gli appartiene, per quanto riguarda la qualità è la gente che deve giudicare non il nome su un insegna. Concludendo se Torquato ci tiene al nome vuol dire che anche lui non è più sicuro delle sue specialità fatte con il combinato gas- legno 😉

  35. # giuseppe

    Io propongo “da Dino”. Sapete perché? Negli anni cinquanta e primi anni sessanta quell’attività era gestita da Dino, un bravissimo tortaio e pizzaiolo, coadiuvato al banco dalla gentilissima e svelta moglie e, quando c’era il pienone, dava una mano anche il figliolo. Forse Il primo Torquato ha rilevato questa attività proprio da Dino ….

  36. # Primero

    Addirittura la meglio torta di tutto il nord… della città???!! Visto quello che hai scritto le cose possono essere solo 2: o sei un cliente suo oppure te la torta non sai nemmeno cos’è. Quello che hai scritto non è vero, non è obiettivo, è impossibile, è falso! Il forno a gas non può competere con il forno a legna in quanto a gusto e sapore, è scientifico!

  37. # amaranto67

    Primero te un sai legge…. mi riferivo all affermazione di MARCOV, cito testualmente: “Torquato ha insegnato l’arte della torta in Via Provinciale e Livorno”… come puoi notare la frase è al passato…. e io al passato mi riferivo, quando torquato era dove ora sono i ragazzi faceva la torta piu bona della zona nord di livorno (affermazione opinabile in quanto il gusto un giudizio soggettivo).

  38. # Virgilio

    Moralmente Torquato non si è comportato bene…anzi malissimo…comunque a far la torta e la pizza è bravo…comunque non il migliore…questa la mia classifica…primo Gagarin (ovviamente solo la torta)..secondo Leone…terzo Torquato…

  39. # elio

    E dopo Kramer contro Kramer ,torquato contro torquato….

  40. # Primero

    Concordo con il primo posto di Gagarin ma non sul secondo posto a Leone; forse qualche anno fa si ma non oggi

  41. # wilem

    Primeroooo.. a me un promoter dei ragazzi (bravi ehhh.. un dio’ nulla) sembri ma proprio te .. muahahahahaha
    comunque proverò entrambi, è sempre un piacere mangiare pizza e torta bona !

  42. # wilem

    mi hanno parlato bene di quello sotto il Ponte della Rosa… conoscete la sua qualità di torta?

  43. # armando

    molto buona, anche quella degli amici di Torquato e quella di Cecco in via Cavalletti (Borgo)

  44. # 5&5ttaio

    O Tanto la torta come il vero Torquato e un la sapete fa!!

  45. # brontolo

    te sei un parente? oppure un pisano? dai to sgamato ;-)))

  46. # LazzarOne

    In questo caso chiedo scusa per l’intervento fuori luogo, io credevo che il nome o il cognome del precedente proprietario fosse quello, da qui il motivo della mia sorpresa.

  47. # giuseppe

    Ma chi è Torquato? ora fallo esse Gagari!!!!

  48. # Alessandro

    W Gagarin!

  49. # Virgilio

    Ma chi? Roberto “baffo”? Siamo su altre categorie…simpaticissimo…ma la torta è ben altra cosa rispetto a Gagarin,Leone;Torquato….pregna d’olio….

  50. # Virgilio

    Leone fa buona sia la torta che la pizza…non è tanto simpatico…molto nervoso…però lavora molto bene..e infatti…è sempre pieno !

  51. # Virgilio

    Rispetto a quei tre che ho menzionato non c’è paragone….sono molto più modesti…anche il Sighieri prima la torta la faceva buona poi da quando non c’è più il babbo è peggiorata…un paio di anni fa presi 1 kg di torta…era pappa…sfatta…da riportanne tiranne….un ci sono più andato

  52. # Virgilio

    Condivido ! difetto grossissimo…è juventino sfegatato…la torta e la pizza però da 10 !

  53. # Virgilio

    Te vai da Luca e Michele…io me ne vado dalla moglie di torquato..Giuliana…cosi i tribunali si svuotano…ma vedrai che mangio meglio io di te !

  54. # Michele

    “Torquato vs Torquato”…
    ma è il mirror match, come a mortal Kombat!

  55. # mandrakke

    è proprio con la gente come te che in italia ci sono i prepotenti e irrispettosi della legge e capace quando parli nel bar celai con la disocupazzione e i posti di lavoro carenti ecc… ma te sei uguale a chi ci comanda pensi a mangia e bere non pensi al futuro dei tuoi figli o nipoti con questi soprusi ? vai dove ti pare a mangiarla torta da ugo cecco gagari ma non da uno che non rispetta la legge…anche perche non mi sembri un buon intenditore di torta se la preferisci a gas ;-))

  56. # mandrakke

    e sei lo chef gordon per giudicare e il famoso cecco dove lo mettete insieme a gagari o leone. pero da voci nonostante avesse il forno a legna il grande torquato abbia mollato il di bin perche non ci levava le gambe,figuriamoci ora con quel trabiccolo di combinato, quando ci passo davanti e sempre vuoto e lo vole si il nome ahahaahha

  57. # Primero

    Non sono un prometer, non mi paga nessuno… sono solo uno che ha provato la torta di entrambe ed obiettivamente bisogna ammettere che quella dei ragazzi è migliore, qualunque nome abbiano…

  58. # 0586

    cmq in zona ci sono 11 tortai , per lo meno fatevi un giro piu ampio prima di giudicare quei 2 che si sparano per farsi pubblicità gratis

  59. # Jobbee

    Come direbbe il buon Nedo di IO doppio, a me dei Nomi mi importa una bella Sega!
    L’ importanche è la pizza sia bona e il prezzo onesto e una margherita non deve costare piu di 5 euro. Io la pizza la compro dove trovo qualità e prezzo.
    Torquato o no, la pizza non la fa il Nome ma la qualità e la mano del Pizzaiolo.
    Ne sa qualcosa pure la pizzeria Tomei, che da quando è morto il totolare (buonanima) e la gestione è cambiata, la sua pizza nel padellino non è piu la stessa che è stata per piu di 50 anni. Cmq per onest la schiacciatina che fa Massimo e Salvatore è sempre bona e bella unta come ai vecchi tempi.

  60. # 0583

    è come a Lucca, che ci sono due “Bamboro” a Sant’Alessio… a pochi metri… io non so bene come sia andata la storia li ma so che uno non è una gran persona e ha fatto parecchi (tanti) casini…

  61. # Primero

    A me mi sa che rikj sei proprio te..

  62. # Primero

    sotto il ponte della Rosa??? Ma perché, c’è un tortaio…???

  63. # Jobbee

    … anche il Tomei ha rifatto il forno e ora ce l’ha la doppia alimentazione legna-Gas!
    Comprendo che la tecnologia cambia, che il forno a Gas è meno impegnativo e costa meno e nn lo devi accendere e preparere ore prima. Ma il forno a legna è un altra cosa. La tradizione italiana vuole che la vera pizza sia preparata in un forno a Legna. Punto e Basta!

  64. # Primero

    Di o da…??

  65. # Labronik

    Ciao a tutti….personalmente trovo che sia la pizza, sia i 5e5 e soprattutto la simpatia siano migliori se entriamo nel locale di Luca e Micky (Gli Amici di Torquato 2)… Per me, “Gli amici di Torquato 2” FOREVER!!!!!!

  66. # Labronik

    Oh Wilem! Per essere sicuri della qualità della torta di ceci sotto ‘r ponte della Rosa, basta che tu vada lì e te ne fai da’ un paio d’etti, anche 3!!! SEMPLICEEEEEE!

  67. # Labronik

    Tempo fa è successo che sono andato sul sito web della Pizzeria Torquato per acchiapparci il numero di telefono e così ho ordinato 4 pizze e 8 etti di torta di ceci….in serata mi sono recato alla pizzeria per ritirare il tutto ma dopo una civile discussione con gli Amici di Torquato 2, mi sono accorto, con imbarazzo, che avevo sbagliato locale!!! Nel senso che avevo ordinato la cibànza da Torquato ma volevo ritirarla dagli Amici di Torquato!!! Quasi scatenavo un incidente diplomàtio che, in seguito, ho scoperto che già era in atto!!!! Sistemato il disguido, fatte un paio di risate con tanto di stretta di mano con Luca e Michele mi sono diretto all’altra pizzeria per ritiare la mia cena. Parliamoci chiaro, detta fra noi, con tutta la sincerità delle mie papille gustative, Luca e Michele la pizza e la torta la fanno dimorto ma dimorto bòna, con tanto di lòde DIREI!!! E sono pure supersimpatici, al contrario di Giulianina e Torquatino, DIREI! Andateci che non ve ne pentirete…parola di Labronik! Bòna pizza e torta a tutti…e abbasso “I Rapinatori di nome altrui”…perché il Mondo non ha bisogno dei Farabutti Campioni d’Europa!!! Tiè!

  68. # Labronik

    Ma dai Brontolo! Hai scritto “to sgamato”…si scrive con l’acca:”T’HO SGAMATO”!!! Ovvia giù!!! Un sarai mìa pisano te?? AHAHAHAHAH!

  69. # stefano

    io non ne davo vinta….

  70. # clacla

    dice che giulianina e torquatino ….aprirono tempo prima una pizza e torta in via palestro ma, non riscuotendo successo …..ritornarono in via p.pisana…….

  71. # Primero

    Ma non è vero!! Perché scrivi una cosa che non è vera??! Quello che hai scritto non è vero!! Assaggia, confronta e sii obiettivo! La torta cotta nel forno a gas prende il sapore del monossido di carbonio; ma perché scrivi quello che hai scritto?? Perché? Hai rabbia? Sei geloso? Sei invidioso? Sei un amico di Giuliana? Non è vero, non è assolutamente vero quello che scrivi, è irrazionale!

I commenti sono chiusi.