Mascagni, super concerto (200 musicisti) al Goldoni. Partecipate

Biglietti in vendita alla biglietteria del Teatro Goldoni (tel. 0586 - 20.42.90) i giorni feriali con orario 17-20

Mediagallery

Mascagni per il Mascagni. Si incrociano lunedì 2 dicembre alle ore 21 al Teatro Goldoni due anniversari nel segno del grande compositore livornese: i 150 anni della sua nascita, un evento che la città sta celebrando con un Festival a lui dedicato ed il 60° anniversario di fondazione dell’Istituto Musicale che porta il suo nome. E’ proprio quest’ultima ricorrenza che sarà festeggiata dal prestigioso Istituto di Alta formazione con un grande Concerto in collaborazione con la Fondazione Teatro Goldoni, il Comune di Livorno ed il Rotary Club Livorno a conclusione di un intero anno di iniziative, manifestazioni e convegni.
L’evento conclusivo e più rilevante di questo calendario è senza dubbio il concerto di lunedì sera il cui tratto peculiare è il fatto che per la prima volta si “riuniscono” per suonare insieme allievi, docenti e i migliori Diplomati dell’Istituto che operano professionalmente nelle maggiori istituzioni orchestrali italiane. Si ascolteranno musiche per Orchestra di fiati e per Orchestra sinfonica eseguite da un organico strumentale che supera i 200 elementi. Vengono dalla Scala di Milano, dal Maggio Fiorentino, dall’Opera di Roma, dal Verdi di Trieste e dal Petruzzelli di Bari, dal Carlo Felice di Genova e da molte altre importanti realtà orchestrali e formazioni cameristiche. Vengono dai diversi Conservatori d’Italia, dove sono prestigiosi docenti di strumento o di altre discipline della musica. Con la direzione di Giampaolo Lazzeri e di Maurizio Dini Ciacci, l’Orchestra di Fiati e l’Orchestra Sinfonica rivolgeranno un ampio omaggio alla musica di Pietro Mascagni, con la brillante Sinfonia da Le Maschere, lo struggente Sogno dal Guglielmo Ratcliff ed una pagina dal più raro ascolto quale la Visione lirica Guardando la Santa Teresa del Bernini. Alle composizioni mascagnane, si affiancheranno la Juana de Arco per Orchestra di fiati di Ferrer Ferran, la Sinfonia da Nabucco di Giuseppe Verdi ed il celeberrimo Bolero di Maurice Ravel, in un’esecuzione che si annuncia grandiosa, per il numero dei professori d’orchestra e per l’alto profilo artistico di ciascuno di essi.

“È una grande occasione – afferma il neo Direttore del Mascagni Stefano Guidi -; ascolteremo una formazione che annovera molti dei più grandi professori d’orchestra del nostro Paese a formare file di altissima qualità”. E annuncia che è previsto un bis a sorpresa. L’impostazione così particolare di questo evento è stata fortemente voluta dal Presidente dell’Istituto Mascagni Giulio Cesare Ricci con l’intento di valorizzare la professione musicale, grazie alla presenza dei tanti diplomati che si sono fatti onore professionalmente nelle più grandi orchestre, e per dimostrare che coloro che escono da un Istituto Superiore di Studi Musicali hanno davanti a sé una carriera di alto profilo artistico e soprattutto possono essere un modello per le nuove generazioni che hanno intenzione di intraprendere questa meravigliosa professione.
Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro Goldoni (tel.0586 – 20.42.90) i giorni feriali con orario 17-20.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Eleonora

    È stato un grande evento. Si sono riunite più generazioni di musicisti tra allievi, ex allievi e insegnanti.
    Molti hanno attraversato mezza Italia per non mancare, viaggiato per ore, dormito poco o niente, chiesto permessi al lavoro. Una meravigliosa dimostrazione di affetto. E una grande orchestra! Ciao Colleghi!! È stato bello rivedervi. Alla prossima!

I commenti sono chiusi.