Danza, sul palco del teatro Goldoni 65 scuole. Il programma

Mediagallery

Il concorso internazionale “Livorno in Danza”, organizzato dalla scuola Areadanza, in collaborazione con la Fondazione Teatro Goldoni, si colloca all’interno delle iniziative promosse da l’Associazione Danza Livorno che vede riunite la Fondazione Goldoni ed alcune tra le più rappresentative scuole di danza. Questo concorso fa parte di uno dei numerosi eventi organizzati e accolti come tra i più importanti a livello nazionale e non solo e a dirlo sono i numeri: interverranno ben 65 scuole di danza ed accademie, che faranno esibire circa 800 giovani danzatori, provenienti da 12 nazioni: Brasile, Russia, Romania, Svizzera, Francia, Spagna, Bielorussia, Principato di Monaco, Grecia, Romania, Croazia e, ovviamente, Italia.

Un livello tecnico di tutto rispetto caratterizza i partecipanti al concorso, che si sfideranno per i premi di categoria, ma soprattutto per vedersi assegnare le importantissime borse di studio che, oltre a fargli vivere esperienze indimenticabili per la crescita umana ed artistica, potranno tradursi anche in opportunità lavorative. Tutto ciò è reso possibile dal fatto che alcuni tra i centri di danza più prestigiosi al mondo, accertatisi della qualità e della serietà dell’evento, si sono offerti di collaborare mettendo a disposizione i loro direttori o insegnanti per formare la giuria. E si parla di Biagio Tambone (maitre dell’Accademia del Teatro alla Scala di Milano), Ludmill Cakalli (direttore del MAS di Milano), Constança Couto (Conservatorio Nacional de Lisbona), Rafael Zago (IOA e CEPAB di San Paolo – Brasile), Naike Negrelli (Broadway Dance Center di New York), Irina Kashkova e Paolo Boncompagni (Settimana Internazionale di Spoleto), Alessia Gatta (Cruisin’ Reggio Emilia), Barbara Melica (IDA e Levante Danza Festival) e Gaia Lemmi (Areadanza Livorno). Le borse di studio presso questi prestigiosi centri saranno interamente gratuite ed a carattere settimanale, quindicinale, mensile o addirittura, per i più talentuosi, annuale. Grazie a questo concorso, la città e la Toscana vengono pubblicizzate sui portali di danza di tutto il mondo, invitando le persone a partecipare all’evento e cogliere l’occasione per visitare le meraviglie del nostro territorio.
La miscela tra professionalità nell’offrire una manifestazione seria ed ambita, e l’opportunità di approfittare dell’evento anche sotto il punto di vista turistico e culturale, hanno fatto si che la manifestazione registrasse una crescita media annuale in fatto di presenze del 30 %. Questo dato, tradotto in numeri, significa che a febbraio nella nostra città si riversano circa 1500 persone, la metà delle quali soggiorna per almeno 2 notti, facendo registrare una media di 1.500 / 2.000 presenze giornaliere. È superfluo specificare il giovamento che queste persone portano al circuito economico cittadino, portando al tutto esaurito almeno 8 tra i maggiori alberghi cittadini, ma anche in ristoranti e negozi, oltre al ritorno d’immagine turistica di cui potrà godere la città. Questi dati possono sicuramente e senza presunzione alcuna far ritenere che il Livorno in Danza non è solo l’evento di maggiore spicco per la danza in città, ma è diventato sicuramente un biglietto da visita di Livorno e sicuramente uno degli eventi in assoluto più importanti e rappresentativi per la nostra città.
L’evento si articolerà con stage formativi venerdì 21 febbraio, seguiti dal concorso che si svolgerà nei giorni sabato 22 e domenica 23, nella splendida cornice del Teatro Goldoni. Oltre alle sezioni di danza classica, contemporanea ed Hip-Hop, dove verrà premiata la tecnica dei danzatori, vi sarà la sezione speciale di “Composizione coreografica”, autentico banco di prova per insegnanti e coreografi. Saranno loro, infatti, ad essere giudicati, per la loro abilità nel comunicare il tema scelto, potendosi avvalere dell’aiuto di suggestive retroproiezioni. Questo avverrà sabato sera, mentre domenica sera il palco vedrà avvicendarsi solisti e gruppi più talentuosi, nel Gran Galà dei finalisti per la danza classica, contemporanea ed Hip-Hop.

 Il programma:

Sabato 22

ore 14:00 semifinali danza classica, contemporanea ed Hip-Hop – prima parte

ore 20:30 concorso di Composizione Coreografica

 Domenica 23

Ore 09:00 semifinali danza classica, contemporanea ed Hip-Hop – seconda parte

Ore 20:30 Gran Galà dei finalisti

Biglietti in vendita al Box-Office del Teatro Goldoni al prezzo di 15 €

Rimango a disposizione per ogni chiarimento al numero 331 3697313 o alla mail info@areadanzalivorno.it.

Nelle ultime tre edizioni si sono avvicendati giovani ballerini che sono diventati famosi, riuscendo ad entrare nelle piu prestigiose accademie europee: tra tutti, Nicolò Noto, che dopo aver vinto anche la trasmissione “Amici” è diventato protagonista delle principali compagnie europee con spettacoli e produzioni di successo.

 

Riproduzione riservata ©