Il nuovo vernacolo targato Marmugi sbarca al Goldoni con “Tafani”

Mediagallery

Martedì 10 dicembre alle ore 21, andrà in scena, al Teatro Goldoni, per la sezione “Teatro Livornese…anche popolare”, Tafani, produzione dell’Associazione Compagnia del Cerchio e Fondazione Goldoni, una commedia comica in due atti (e un epilogo) che cerca di fotografare il linguaggio livornese di oggi, quello vero, reale, senza filtri, costruzioni o maschere.
Lontana dal vernacolo (ma figlia della tradizione), la commedia vuole andare oltre tutto ciò che è la deriva vernacolare, per costruire un nuovo avvio, uno spunto che possa essere costruttivamente originale e gettare le basi per un “teatro popolare 2.0” ; infatti, ha per protagonisti dei giovanissimi (ventenni), non è ambientata a Livorno, non prevede adulti in scena né figure tipiche della tradizione vernacolare, non ci sono situazioni volgari o ambigue o rozze e i livornesi rappresentati sono solo quattro degli otto personaggi in scena.
Quattro giovani livornesi, col gusto dello sberleffo e della presa di giro continua, in vacanza in Sardegna che, tra invenzioni comiche, ribaltamenti di fronte, colpi di scena, alla fine impareranno anche qualcosa sulla vita, sulla bellezza di essere giovani, “sul tempo che scorre e su ciò che rimane” . Tafani è un’ora e mezzo di risate per specchiarsi in un mondo altro, che è anche il nostro.

Con Antonio Siani, Marco Mazzi, Filippo Sassano, Stefano Lepori, Deborah Di Girolamo, Beatrice Neri, Carolina Longone; Voce del Milanese: Claudio Marmugi, Scritta & Diretta da Claudio Marmugi.

Prezzi: Intero 20€ Ridotto 18€ Studenti 7€. Biglietteria: 0586.204290 (Lunedì-Sabato 17/20)

Info: 0586.204237 www.goldoniteatro.it

 

Riproduzione riservata ©