Alla Goldonetta “Il piccolo spazzacamino”

Mediagallery

Giovedì 10 aprile alle ore 9.30 e 11.30, con due recite riservate alle scuole cittadine ( la replica delle ore 21 è aperta alla cittadinanza), va in scena alla Goldonetta un capolavoro della musica del ‘900 “ Il piccolo Spazzacamino” di Benjamin Britten. Lo spettacolo, prodotto dalla Fondazione Goldoni con la collaborazione dei Lions Club Livorno Host è suddiviso in due parti; la prima è il pretesto per spiegare come si fa un’opera ed è ambientata ai giorni nostri: Rosanna racconta l’avventura capitata tanti anni prima a sua madre Carlotta, è la storia di Sam, un bambino di nove anni costretto dalla miseria a lavorare come spazzacamino, che proprio a casa di Carlotta rimase incastrato nel camino rischiando di morire soffocato. Nel raccontare la storia, verranno presentati i vari elementi che compongono un’opera, coinvolgendo il pubblico che diventa esso stesso coro, partecipando e cantando alcuni brani. Nella seconda parte: Il piccolo spazzacamino. Cambiano le scene, i protagonisti indossano i costumi ed inizia l’operina. Facciamo un’opera è interamente realizzato da 33 ragazzi tra gli 8 ed i 22 anni, , appartenenti a tre cori di Firenze e Livorno, preparati da Marisol Carballo, che ricoprono anche i ruoli originariamente previsti per adulti, condividendo quell’entusiasmo e quella passione per il teatro musicale che lo stesso Britten (autore classico di opere per ragazzi del novecento) voleva trasmettere con questa sua composizione.

Molti giovani e giovanissimi componenti dei due cast che si alterneranno nel corso delle recite, hanno già preso parte alla nuova produzione realizzata dalla Fondazione Teatro del Maggio Musicale Fiorentino nel febbraio di quest’anno, nella sede del Piccolo Teatro del Comunale.

I piccoli spettatori saranno coinvolti in quanto potranno partecipare a quattro canzoni. La tematica è quella del lavoro minorile, di grande attualità, il protagonista è infatti un bambino abbandonato dai genitori troppo poveri e sfruttato dagli adulti. Direttore Marisol Carballo – Coro Voci Bianche e Giovanile Fondazione Goldoni, Coro Ragazzi Cantori di Firenze e Ensemble Rosa Antica della Scuola di Musica Landini. Movimenti Scenici: Deborah Di Girolamo e Irene Rebuffi. Collaborazione ai costumi Rosanna Mazzi e Martina Niccolini.

Alle ore 21, in apertura della replica serale , si rinnova il pluriennale impegno di testimonianza della Fondazione Teatro Goldoni per la ricorrenza dell’anniversario della tragedia del Moby Prince: il presidente dell’Associazione 140 Vittime del Moby, Loris Rispoli riceverà una targa da parte della Fondazione Teatro Goldoni e della Fondazione Livorno: “La memoria è nel futuro. Téchne e Thanatos”, un progetto per la danza e la musica dedicato alla Vittime del Moby Prince.

Un segno di partecipazione e presenza attiva del Teatro e dei suoi spettatori insieme alla Fondazione Livorno attraverso un linguaggio proprio del fare teatrale come quello universale della musica.

 

Riproduzione riservata ©