Il concerto di Capodanno chiuderà il Festival per Mascagni

Mediagallery

di Arabel Padovan

Sarà la nona edizione del Concerto di Capodanno, quella che si terrà mercoledì 1 gennaio, alle ore 18, al Teatro Goldoni.
L’evento frutto di una collaborazione tra la Fondazione Livorno, la Fondazione Teatro Goldoni e l’Istituto Superiore di Studi Musicali ”P. Mascagni” è stato presentato stamane. I biglietti del concerto di Capodanno saranno offerti gratuitamente al pubblico dalla Fondazione Livorno (massimo 2 biglietti a persona). Reperibili presso il botteghino del Goldoni, a partire dalle ore 17 di sabato 21 Dicembre.
E’ il secondo anno che la Fondazione Livorno si impegna in questa produzione: “Un augurio a tutti i cittadini per il 2014 – ha sottolineato il Presidente Luciano Barsotti – in un anno in cui il concerto si incentra, sulla figura di Mascagni, nostro concittadino”.
Un momento musicale vissuto in maniera partecipativa anche dall’Istituto Mascagni, che coopera ed è sostenuto dalla Fondazione Livorno su tanti argomenti e che quest’anno ha festeggiato il 60° anno dalla sua fondazione “Un’occasione per far conoscere le opere di Mascagni, che nel nostro paese è poco festeggiato, anche se la nostra città ha fatto e sta facendo per rendergli ciò che si merita – evidenzia il Presidente del Mascagni Giulio Cesare Ricci – e avvicinarlo ad un pubblico più giovane”.
Questo concerto è la chiusura del Festival Mascagnano e saranno proposte alcune delle opere più importanti dell’autore Cavalleria rusticana, L’amico Fritz, Iris ma anche un repertorio del compositore livornese meno noto Si, Le Maschere, Gavotta delle bambole e Danza esotica. Non solo Mascagni, d’obbligo in occasione del bicentenario dalla sua nascita fare riferimento a Verdi, con brani tratti da Rigoletto e dalla Traviata e ancora “in parallelo alla stagione lirica del Goldoni, che si è aperta con Carmen – ha spiegato il direttore artistico Alberto Paloscia – un omaggio anche al repertorio francese con brani di Offenbach La barcarola e Can-can per orchestra”.
Il Concerto di Capodanno sarà anche la prima occasione per presentare alla città il Direttore Carlo Piazza, nuovo direttore della classe di esercitazione d’Orchestra dell’Istituto Mascagni, che dirigerà circa settanta elementi. Inoltre, presenti sul palco, il soprano Gaia Matteini, il mezzosoprano Katia Tempestini e il tenore Alfio Vacanti.
“Siamo abituati a dare tutto per scontato, ma è bene che si sappia, in un momento come questo, che gli sforzi di chi vive e organizza realtà come le nostre, nel clima della spending review sono grandissimi. Eventi come questi sono possibili solo grazie agli sforzi e all’impegno di soggetti come la Fondazione Livorno, di chi ci crede e ci ha sostenuto e anche grazie agli staff che operano in queste strutture – ha voluto sottolineare a conclusione della conferenza stampa Marco Bertini, Direttore Generale della Fondazione Goldoni – invitando tutti a partecipare al Concerto di Capodanno”.

Riproduzione riservata ©