Al Goldoni ecco “Agostino, il Santo d’Ippona”

Mediagallery

Giovedì 19 dicembre alle ore 21, nel Teatro degli Specchi del Complesso Goldoni, per la sezione “Il teatro e il Sacro” della Fondazione Goldoni, andrà in scena uno spettacolo scritto, diretto ed interpretato da Gianni Guerrieri tratto da “Le Confessioni” di S. Agostino, opera di indiscussa e straordinaria intensità filosofico/religiosa, parte del vastissimo patrimonio di scritti attraverso il quale, da oltre 1600 anni, Agostino esercita un’enorme influenza sul Cristianesimo e sulla storia del pensiero occidentale.

Grande è l’interesse che, da sempre, suscita quest’opera in cui Agostino, in una dimensione triangolare rivolta, insieme, a Dio ed a tutti gli uomini, narra il suo tormentato approdo alla fede, alla bellezza dell’incontro con Gesù Cristo e della rivelazione di Dio, attraverso un difficile itinerario biografico e spirituale indirizzato alla ricerca della verità, fondamento ed orizzonte della sua esistenza. Filosofi contemporanei, come la spagnola Maria Zambrano, sono arrivati, recentemente, a sostenere che la cultura europea è nata con questa opera che consente di capire come e perché un uomo si converte, come e perché cambia un’epoca.

“Chi , come me- dichiara Gianni Guerrieri – subendone lo straordinario fascino, ha osato avvicinarsi a “Le Confessioni” per trarne un testo teatrale in forma di monologo, capace di far comprendere la bellezza del messaggio di Agostino ad un pubblico probabilmente eterogeneo, ha trovato non poche difficoltà. Nella scelta dei testi da rappresentare, ho cercato di attenermi alla traccia segnata da Agostino, cercando di far emergere alcune delle suggestioni più intense e di rendere possibile la comprensione di un pensiero straordinariamente alto e di costruire una conoscenza viva e vitale”.

Info: 0586.20437 www.goldoniteatro.it Biglietteria 0586.204290 Posto Unico 10 €

 

Riproduzione riservata ©