Spinelli felice a metà: "Pareggio d'oro ma manca ancora la mentalità da serie A"

di gniccolini

Mediagallery

LIVORNO – E’ un presidente Spinelli felice a metà quello che, ormai con un passo sopra la sua auto pronta a tornare a Genova, torna indietro chiamato a gran voce dai giornalisti per un commento sulla partita appena conclusa. “Sono sfinito, non vedevo l’ora che l’arbitro fischiasse la fine – dice con il suo impermeabile giallo in mano all’ingresso della tribuna centrale dopo oltre novanta minuti intensi – loro hanno una signora squadra, hanno degli elementi come quel Nainggolan che rendono questo Cagliari come il Manchester City”.
Dopo gli elogi (doverosi) agli avversari Aldo Spinelli passa in rassegna i suoi. “Abbiamo fatto un bel gol con il nostro capitano che stasera aveva una gran voglia di vincere e lottare su ogni pallone – dice il presidente amaranto – poi abbiamo avuto anche quel gol annullato…insomma un punto d’oro è vero ma manca ancora la mentalità da serie A quella che serve per gestire ogni minuto della partita. Dobbiamo poter pensare di utilizzare al meglio tutti i 14 giocatori che il mister ha a disposizione da usare nell’arco dei novanta minuti. Detto questo è un pareggio importante contro una delle grandi squadre di questo campionato. Adesso andiamo a Verona concentrati coscienti di poter far bene”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # bomber7

    come sempre non perde occasione per stare zitto… ha fatto una squadra con pochissima esperienza in A (solo gemiti-che non ha giocato-, paulinho, coda, rinaudo -ieri ha fatto 5 minuti-, emeghara e greco -qualche spezzone-)… poi diciamocelo… la mentalità da A non esiste, esiste la cattiveria agonistica e la voglia di lottare e basta

I commenti sono chiusi.