Salviano batte Fulgida, il sogno promozione continua. In C1 importante vittoria per i Lions

Mediagallery

SERIE C1

Un successo che vale doppio, forse triplo. Il blitz compito a Portoferraio potrebbe rivelarsi decisivo nella lotta per l’accesso ai playoff promozione. I Lions Amaranto Livorno, pur facendo i conti con mille defezioni (anche dell’ultimissima ora) e pur costretta a presentarsi contro il rognoso Elba con soli 18 giocatori a referto, vince in modo autoritario, consolida la terza piazza in graduatoria e scava un solco piuttosto profondo sulla quarta, quel Firenze’31 cadetto rimasto a bocca asciutta sul terreno della capolista Cus Siena. Proprio il Cus Siena sarà l’avversario dei Lions (a Livorno) nel prossimo turno, previsto per domenica 23. La situazione in classifica per gli amaranto è ora rosea, anche se per la certezza dell’ingresso nei play-off occorrerà vincere sempre da qui fino alla fine della regular season. Le prime tre passeranno ai playoff. Rispetto alla diretta concorrente Firenze’31 cadetto, i labronici vantano gli scontri diretti favorevoli.

A Portoferraio, i ragazzi di Conflitto e Gragnani hanno dato prova del proprio carattere. Sfida accesa sul piano agonistico, con gli ospiti capaci di crescere nel corso della ripresa. Brillanti, in particolare, le giocate dalla mischia, sospinta dal terza linea Scardino e dal pilone Ciapparelli. In avvio di gara, l’Elba, dopo aver fallito un piazzato al 4′, sblocca il punteggio con una meta al 7′. I locali, al 26′, rimangono momentaneamente in 14. I Lions sfruttano la superiorità numerica e al 31′, con una iniziativa condotta di forza e finalizzata dall’apertura Mazzotta,
vanno in meta. Scardino trasforma e all’intervallo i Lions sono in vantaggio 5-7. L’Elba è caparbio e riporta al 1′ della ripresa il muso avanti, con un penalty: 8-7.

Gli isolani pagano a caro prezzo la propria aggressività e rimangono temporaneamente in 13 (cartellini gialli estratti al 10′ e all’11’). I Lions, anche sfruttando l’ingresso degli avanti Montagnani, Umpetti e Giugni (inizialmente in panchina perchè non al top della condizione fisica) trovano al 13′ la meta tecnica, giunta dopo un’irresistibile avanzata del pacchetto. Scardino trasforma e i Lions sono nuovamente (con pieno merito) in vantaggio: 8-14. Al 31′ Scardino si inventa un’azione personale che manda in crisi la difesa elbana. Lo scatenato terza linea mette a segno la meta e la successiva trasformazione, fissando il risultato sull’8-21. Nel finale, espulsione temporanea anche per Mazzotta. Per i Lions, sette giorni dopo la brutta sconfitta interna con la ‘big’ Florentia, una vittoria pesante e fortissimamente voluta. Ora per centrare l’ingresso nei play-off si può anche non sperare nelle disgrazie altrui.
Lo schieramento Lions: Tamberi; Novi, Masciullo, Bertini, Del Moro; Mazzotta, Siviero; Scardino, Rossi (40′ pt Montagnani), Biagi; Del Re (8′ st Giugni), Sarno; Ciapparelli, Valente M., Doja (3′ st Umpetti).
La classifica della C1 toscana dopo le prime cinque giornate del girone di ritorno (fra parentesi le gare effettivamente giocate): Cus Siena (12) 53 p.; Florentia (10) 43; Lions Livorno (12) 36; Firenze’31 cadetto (11) 30; Elba (12) e Am. Prato (11) 21; Sesto F.* (12) 14; Valdisieve* (12) 11; Lucca* (12) 2. *Sesto, Valdisieve e Lucca scontano 8 punti di penalizzazione.

SERIE C2

Un derby per amico. La capolista Lions Salviano Livorno continua a volare, vince in modo netto e perentorio, con il punteggio di 22-0, contro i ‘cugini’ della Fulgida Etruschi Livorno e si toglie la soddisfazione di ‘vendicare’ la sconfitta rimediata nel match d’andata. Sul campo in sintetico del ‘Maneo’, i ragazzi di Bertolini e Cannavò hanno toccato alti picchi di rendimento. Nella prima, decisiva, mezz’ora di gara, i ‘padroni di casa’ hanno evidenziato ottimi numeri in tutti i reparti. Nei primi 30′, chiara la superiorità dei Lions Salviano nei punti d’incontro e nelle touches. Lucida ed efficace la regia dei due mediani ed eccellenti le azioni tirate dai trequarti. Non è un caso che le tre mete siano giunte dopo attacchi del reparto arretrato, capaci di effettuare giocate degne di categorie superiori. A bersaglio due volte l’ala Bassano (che si è meritato il titolo di ‘man of the match’, non solo per i 10 punti all’attivo) e l’estremo La Russa.

L’apertura Civita ha arrotondato con un piazzato (che subito al 2′ aveva permesso di sbloccare il punteggio) e due trasformazioni. Al 30′, sul punteggio di 22-0, è giunto un episodio che poteva cambiare l’inerzia di un match saldamente in mano ai ‘locali’. Per il centro Shani, per un placcaggio giudicato alto e pericoloso, viene sventolato il severissimo cartellino rosso. Pur costretta in 14 gli ultimi 10′ del primo tempo e, soprattutto, per tutta la seconda frazione, i Lions Salviano non hanno tremato. Nel lungo periodo nel quale la Fulgida Etruschi (presentatasi al ‘Maneo’ con sole 7 lunghezze di ritardo in classifica dai rivali; ora il divario è diventato di 11 punti) ha giocato con l’uomo in più, non sono si registrate marcature. I Lions Salviano hanno continuato a difendere con concretezza e gli antagonisti non hanno trovato la meta che avrebbe riaperto i giochi.

Il derby, giocato di sera (calcio d’inizio alle 18), sotto le luci artificiali, ha confermato l’ottimo stato di forma della squadra amaranto. I Lions Salviano, al loro settimo successo di fila, hanno raccolto 4 punti, restando così sul gradino più alto del podio. Il gap sulla seconda in classifica (l’Union Tireno cadetto, che ha ottenuto il massimo, successo e bonus, in casa con il Massa) si riduce a 3 punti. Domenica prossima, nello scontro diretto fra le prime due (in casa giocherà l’Union Tirreno), nel match valido per il recupero della prima di ritorno, si deciderà la regina del campionato. Le formazioni che inseguono (il Cus Pisa è terzo in graduatoria, ma appare in calo di rendimento) sembrano tagliate fuori per la lotta per il vertice.
 Lo schieramento dei Lions Salviano vittorioso con la Fulgida Etruschi: La Russa; Miceli (21′ st Dell’Omodarme), Shani, Cannavò (21′ st Brucciani), Bassano; Civita, Calvetti; Petrantoni C. (11′ st Testi), Petrantoni F. (17′ st Caruso), Venturi (6′ st Mazzoli); Filippeschi, Pulaha; Lorenzoni, Rosellini (13′ st Ferretti), Salvo, Mazzoli. In panchina anche Tonelli.

La classifica dopo le prime 5 giornate di ritorno della C2 toscana, girone ovest (fra parentesi le partite giocate): Lions Salviano Livorno 48 (13); Union Tirreno cadetto 45 (13); Cus Pisa* 41 (13); Bellaria Pontedera** 38 (13); Fulgida Etruschi Livorno* 37 (14); Massa** 28 (14); Pistoia** 23 (13); Rufus*** 6 (12); Valdinievole** -6 (13); Garfagnana*** -7 (12). *Cus Pisa e Fulgida scontano 4 punti di penalizzazione; **Bellaria, Massa, Pistoia e Valdinievole scontano 8 punti di penalizzazione; ***Rufus e Garfagnana scontano 12 punti di penalizzazione.

Riproduzione riservata ©