Lions, vittoria di carattere

Mediagallery

I Lions Amaranto Livorno sono guariti dal ‘mal di trasferta’. Sul ‘Montano’ di Prato, contro i solidi e temibili padroni di casa del Sesto Fiorentino, i labronici hanno colto il loro primo successo stagionale lontano dalle mura amiche. Al termine di una gara dominata dalle difese e caratterizzata da un punteggio basso, i ragazzi di Daniele Conflitto e Alessandro Gragnani si sono imposti 3-10. Una vittoria molto pesante nell’economia del campionato. Un’affermazione giunta in condizioni non facili, con la squadra rimaneggiatissima e costretta a fare i conti, proprio in extremis, al forfait di pedine preziose. Un ‘blitz’ che può dare una svolta all’intera annata. Il ritardo dei Lions (che devono recuperare una gara tutt’altro che proibitiva) dalla zona play-off non appare incolmabile.

Questa la classifica della C1 toscana dopo otto giornate (una al termine del girone d’andata): Cus Siena* 30 p.; Florentia 27; Firenze’31 cadetto 21; Amatori Prato 17; Lions Amaranto Livorno** 14; Sesto Fiorentino*** 10; Elba 5; Lucca*** -1; Valdisieve*** -2. *Il Cus Siena deve ancora rispettare il suo turno di riposo e dunque figura con 1 partita in più; **Lions ed Elba devono recuperare una gara (il match è in programma al ‘Maneo’ il 26 gennaio); ***Sesto, Lucca e Valdisieve otto punti di penalizzazione. Le prime tre accederanno ai play-off. Contro il Sesto, gli amaranto hanno ottenuto quattro punti (successo senza bonus). Vittoria meritata, ma sofferta. Un’affermazione salvata dal trequarti ala Tamberi (forse il migliore dei suoi), che con un placcaggio miracoloso ha fermato, all’ultimo secondo, un avversario ormai a ridosso della linea di meta. I conti sono facili: con l’eventuale marcatura e la successiva trasformazione, i fiorentini avrebbero raggiunto il risultato di parità, 10-10. Ospiti abili con la propria mischia a produrre buone azioni, soprattutto nel primo tempo.

Le due mete dei labronici giungono nella prima frazione e portano la firma del possente avanti Giugni (nella circostanza pilone) e del terza linea Scardino. L’estremo Vittorio Valente fallisce le due trasformazioni. Impreciso, nella ripresa, anche il giovane mediano Magni, che non inquadra la porta su due piazzati. Pur avendo un buon possesso, i Lions, nel secondo tempo, non chiudono i conti ed il Sesto accorcia con un penalty (3-10). Gli amaranto, temendo le ripartenze dei padroni di casa, rischiano poco e non vanno a caccia del bonus. La situazione rimane in bilico fino all’ultimo. Per fortuna dei Lions, a Tamberi non manca la freddezza in fase difensiva: il suo placcaggio permette, all’ultimo tuffo, di evitare il pareggio-beffa. Domenica prossima i labronici ospiteranno il Valdisieve, squadra ultima in graduatoria, ma in chiara crescita nelle ultime partite. Non si preannuncia una passeggiata per i ‘Leoni’, che pure sperano di contare sui rientri di giocatori assenti a Prato. Lo schieramento livornese vittorioso con il Sesto: Valente V. (31′ st Lezza); Tamberi, Novi, Santoni, Oro (1′ st Del Moro); Pacini, Magni; Scardino, Biagi (11′ pt Siviero), Montagnani; Bertini, Valente M. (1′ st Sarno); Giugni, Ibraliu, Doja. In panchina: Bertuccelli.

Riproduzione riservata ©